BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Zte sarà la nuova leader mondiale delle Tlc? Crescita record e una donna al comando

L'irrefrenabile sviluppo della cinese Zte. I progetti europei



E’ l’emblema della rivoluzione nel mondo delle Telecomunicazioni, è il sintomo che qualcosa sta cambiando, è una bella innovazione che promette grandi risultati. Stiamo parlando di Zte, società concorrente di Huawei, che nel 2009 ha fatturato 16 miliardi di euro registrando una crescita del 20% sul 2008, e capace di sconvolgere grandi colossi come Ericsson, Alcatel-Lucent e Nokia.

Come Huawei, anche Zte ha sede a Shenzhen, di fronte a Hong Kong e vede al timone Zhang Xiaohong, donna vicepresidente della divisione cellulari che annuncia:  “L'anno scorso abbiamo prodotto 60 milioni di telefonini per 17 Paesi, quest'anno saranno 80 e nel 2011 100. Oggi siamo quinti nel mondo m, pronostica, saremo fra i primi tre nel 2015”.

La  Zte conta 66 mila dipendenti, di cui il 34% lavora in ricerca e sviluppo, il 34% nel marketing, il 12% sono manager e solo il 20% sono operai. L'azienda possiede 28 mila brevetti e un portafoglio di prodotti a tecnologia multipla, che spaziano dall'Lte al Wimax (le nuove generazioni di telefonia mobile) e dallo standard europeo Umts a quello americano-asiatico Cdma.

Obiettivo prossimo di Zte è conquistare anhe il mercato europea nella consapevolezza, però, dice il chief financial officer, Wei Zaicheng, che “dobbiamo farci accettare nei vostri Paesi. Noi in Europa vogliamo crescere, ma senza rompere le regole del gioco. Vogliamo aiutare gli operatori a evolvere nell’alta tecnologia riducendo le spese di investimento. Vogliamo assumere personale locale man mano che il mercato si espanderà, in modo armonico”. 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il