BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Conto corrente gratis senza spese e costi di bollo: quali sono?

I conti senza imposta. Quale sceglie e secondo quali condizioni



Nell’infinito mondo dei conti correnti ci si potrebbe facilmente perdere. Oggi le offerte da parte delle diverse banche proliferano e non resta che l’imbarazzo della scelta fra proposte diverse che si adeguano ad ogni tipo di esigenza espressa da parte di ogni cliente.

Oggi, con la crisi ancora dietro l’angolo, le banche propongono conti correnti di ogni tipo, da quelli con canone zero, a quelli che comprendono tutti i servizi inclusi e che prevedono contributo fisso mensile. Ma occorre sapere che, anche se il canone del conto è zero euro al mese, bisogna considerare l’imposta di bollo che annualmente costa 34,20 euro. si potrebbe evitare  il pagamento di tale tassa?

La risposta non è poi così semplice. In Italia ci sono alcuni conti correnti che permettono, a fronte di ben precise condizioni, di non pagare l’imposta annuale sul conto corrente in quanto a carico dell’Istituto di credito, ma bisogna osservare determinate caratteristiche del conto.

Un esempio è Conto Corrente Arancio di Ing Direct, a canone zero con zero imposta di bollo, a carico del colosso bancario, condizioni di cui, però, si può godere a patto che il cliente accrediti sul conto lo stipendio o la pensione o mantenga sul conto una giacenza trimestrale media pari a 3.000 euro. Questo conto è disponibile al momento solo per i clienti titolari di Conto Arancio o Mutuo Arancio.

Anche Monte dei Paschi di Siena propone l’offerta di un conto corrente, ContoMolto, con imposta di bollo gratuita anche se prevede un canone annuale di 120 euro. Esistono poi numerosi conti correnti pensati per i minori di 18 anni che non sono soggetti ad alcuna imposta di bollo.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il