BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Fondi investistimento e Pac: i nuovi piani di accumulo proposti dalle banche per investire

Cosa sono i Pac e perchè conviene investire su di loro. Le offerte



Il momento di crisi economica come quello vissuto l’anno scorso e che continua a far sentire i suoi effetti, si sta rispecchiando anche negli investimenti, valutati, ben studiato ed osservati da tutti coloro che hanno denaro da investire. Per non rischiare, cogliere l'investimento azionario capace di offrire rendimenti nel medio lungo termine abbassando il rischio complessivo, molti consigliano di puntare sui Piani di accumulo (Pac) una formula efficace per investire in tutte le stagioni di mercato.

Ma cosa sono i Pac? I PAC, piano di accumulo di capitale, è uno strumento che consente l'acquisto di quote di un fondo comune tramite versamenti periodici e con questo strumento il cliente acquisisce il diritto ad effettuare un certo numero di versamenti fino a raggiungere la somma stabilita nel contratto iniziale. Una volta avviato, il PAC può essere alimentato con versamenti effettuati mensilmente o con altra cadenza periodica e si può anche ricorrere a versamenti senza scadenze precise.

In pratica, sarebbe una sottoscrizione a rate di quote di un fondo, per cui rappresenta un investimento che ha gli stessi rischi del fondo in cui investe. Il Pac può essere considerato anche, per le sue peculiarità, uno strumento di previdenza integrativa: versando costantemente una quota di risparmio per un lungo periodo su un fondo azionario, si accumula un patrimonio che potrà essere utilizzato come riserva per il periodo in cui si andrà in pensione.

Negli ultimi tempi il Pac è cambiato e alcune società offrono prodotti che abbinano un fondo obbligazionario, o un conto di deposito, e un fondo azionario, per entrare in Borsa a rate in modo ancora più programmato e graduale.

Banca Mediolanum, per esempio, ha creato Double Chance per partecipare alla ripresa di medio termine degli indici di Borsa e incamerare tassi d’interesse convenienti per la parte maggioritaria del capitale. Il prodotto garantisce un rendimento del 3,50% lordo per tutto il primo semestre 2010 e un minimo garantito nel periodo residuo sul conto di deposito dedicato al servizio.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il