BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Ricorsi al giudice di pace online e per sanzione amministrative online su Internet: come fare

La giustiza a portata di web: il nuovo servizio per presentare ricorsi online



Si infittiscono i servizi online offerti ai cittadini per agevolarli nelle questioni burocratiche. L’ultima novità in materia riguarda la possibilità di presentare ricorsi al giudice di pace via internet anche contro i decreti ingiuntivi. Ad annunciare la novità è stato il ministro della Giustizia, Angelino Alfano, che, sulla scia di quanto ha fatto Brunetta nella PA, ha deciso di offrire al cittadino accesso più rapidamente ai servizi della giustizia e garantire procedimenti più veloci e trasparenti davanti ai giudici.

Il nuovo servizio significherà per l'amministrazione della giustizia, oltre che uno sforzo nel voler sostenere l'avvento di una novità tecnologica che sia in grado di snellire i tradizionali procedimenti, anche risparmi su costi e risorse. La novità è stata spiegata in diretta web dallo stesso ministro che, rivolgendosi direttamente ai cittadini, ha evidenziato i due servizi accessibili da ogni singolo cittadino nel nome di velocità, efficienza e risparmio.

Si potrà, infatti, avere accesso tramite internet alle informazioni sullo stato dei procedimenti davanti al giudice di pace contenute nella banca dati del software ministeriale Sistema Informatico Giudice di Pace (SIGP), in uso presso gli uffici del giudice di pace, e si potrà compilare online i ricorsi in opposizione a sanzione amministrativa e per decreto ingiuntivo e la relativa nota di iscrizione a ruolo.

È possibile compilare anche la sola nota di iscrizione a ruolo. Online, però, sarà disponibile solo un modulo che facilita la compilazione di una modulistica che, però, va sempre e comunque inviata tramite tradizionale Raccomandata.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il