BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Associazioni Pmi italiane insieme in Rete Imprese Italia

Le più impostanti associazioni di Pmi italiane in Rete Imprese Italia. Cos'è e come funziona



E’ nata ufficialmente nata la nuova associazione delle Pmi costituita con lo scopo di dar voce alle piccole e medie imprese italiane. Il progetto di questa associazione si sviluppa nel 2006 come Patto di Capranica che riunisce le più importanti associazioni di Pmi italiane: Confesercenti, Confartigianato, Confcommercio, Cna e Casartigiani, che si propongono di tutelare di interessi delle piccole e medie imprese italiane.

Tutte riunite sotto la nuova ‘Rete Imprese Italia’, si occuperanno di dar meccanismi di ricerca e coordinamento di iniziative pratiche, finalizzate a consolidare il ruolo delle piccole e medie imprese nel tessuto produttivo italiano.

Come ogni associazione specchio di una determinata realtà da voler dipingere, anche questa delle Pmi avrà un suo Manifesto che presenta le proposte su questioni fondamentali per lo sviluppo d'impresa: dalla semplificazione burocratica, all’accesso agevolato al credito, ll riduzione della pressione fiscale, al taglio del costo del lavoro e dei servizi.

D’altro canto, la nuova associazione si occuperà di tutelare legalità e sicurezza, pluralismo imprenditoriale, una buona apertura dei mercati e prestare attenzione ai consumatori, oltre che impegnarsi per lo sviluppo territoriale e per la competitività del sistema nel BelPaese.

La nuova associazione potrà vantare su più di due milioni di imprese iscritte, 14 milioni di addetti e 800 miliardi di valore aggiunto. La nuova Associazione rappresenterà, insieme a Confindustria, l'impresa nel nostro Paese. Alla guida di Rete Imprese Italia si alterneranno, ogni sei mesi, i presidenti della cinque associazioni che hanno siglato l'accordo: Confcommercio, Confartigianato, Cna, Confesercenti e Casartigiani.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il