Business Intelligence nel 2010: nuovi software Sas e Oracle per Pmi e grandi aziende

La necessità di nuove soluzioni Bi per aziende. I casi



Crescono le prospettive di sviluppo del mercato della business intelligence. Ma la novità più importante riguarda l’ingresso delle Pmi e delle grandi aziende in questo segmento.

Si tratta di realtà che hanno ormai capito che per uno sviluppo intelligente della propria attività e per avere ricavi in grado di superare le aspettative, bisogna puntare su nuovi progetti, nonostante questi possano a volte implicare rischi. Investire in soluzioni di BI significa spendere tanto in termini di consulenza, assistenza, e software, classico pomo della discordia nella gestione e organizzazione delle aziende, perché non sempre sostenute da un adeguato reparto IT.

A spiccare fra le nuove iniziative in questo campo, MicroStrategy e Oracle che hanno lanciato formule di acquisto di licenze, di valutazione dei prodotti a costo basso o quasi zero. Secondo i piani di queste aziende, si potranno scaricare i software di BI con tutte le funzioni necessarie per costruire un sistema completo e testarne l’efficacia senza una spesa dispendiosa. E le prospettive future sembrano positive.

Si distingue in questo segmento anche il software Business Analytics di SAS. Questa soluzione consente di trovare correlazioni tra dati, simulare scenari, determinare trend e comportamenti stagionali, segmentare i clienti e prevederne le necessità.

Per un riscontro di risultati, sarà però necessario che le informazioni raccolte dai Business Analytics siano essere messe a disposizione di tutta l’azienda attraverso l’infrastruttura dei gestionali e condivise tra coloro che si occupano di analizzare ed elaborare i dati, in modo da fornire indicatori e analisi per intervenire sui processi. Ciò si deve tradurre in investimenti in un sistema di business intelligence strutturato che permettano un approccio strategico allo studio dei sistemi.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il