BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Mutui offerte maggio e giugno 2010 a confronto

Il mutuo migliore da scegliere tra le offerte estive 2010



Se fino a qualche tempo fa per chi decidesse di accendere un mutuo il consiglio ripetuto era sempre lo stesso, e cioè preferire i variabili, oggi la situazione sembra essere un po’ cambiata. Merito, o colpa, delle nuove offerte di mutuo che, sulla base di una situazione economica piuttosto altalenante, lanciano proposte piuttosto flessibili.

Si può, infatti, decidere di preferire soluzioni che alternano periodi a tasso fisso e periodi a tasso variabile, si può cambiare ogni due anni, scegliere un tasso variabile sfruttando il periodo di tassi bassi, fissando però un limite massimo (Cap) oltre il quale l’interesse non può salire. Spicca tra le nuove offerte Mutuo Opzione Sicura di Unicredit.

Si tratta di un prodotto a tasso misto della durata che va da un minimo di 5 a un massimo di 25 anni, capace di finanziare fino all’80% del valore dell’immobile e che offre la possibilità, dopo due anni di pagamenti regolari, di allungare il piano di ammortamento fino a 60 rate, portando la durata a un massimo di 30 anni e permette anche di iniziare indifferentemente con un variabile o con un fisso. Gli spread applicati oscillano da un minimo del 2,10%, se il tasso applicato è agganciato a Euribor o Eurirs, a un massimo del 2,40%, se l’interesse è agganciato al Bce.

WeBank, la neo banca solo online del Gruppo BPM, ha, invece, lanciato un variabile con tetto massimo raggiungibile dal finanziamento a quota 5,50%. Il variabile, dura da un minimo di 10 ad un massimo di 30 anni, finanzia al massimo 1milione di euro e copre fino all’80% del valore dell’immobile e può essere indicizzato sia all’Euribor 3 mesi sia al Bce, mentre lo spread è fisso a quota 1,60% per 20 anni e sale all’1,70% per durate superiori ai 20 anni.

Lo spread, però, si riduce ulteriormente se si sottoscrivono polizze assicurative della banca. La terza proposta è il mutuo Prefix di Ubi Banca, nuovo prodotto che alterna un tasso fisso agevolato applicato per tutto il primo anno, a un variabile Euribor con tetto massimo al 5,50%, a partire dal secondo anno.

Così, per tutto il primo anno il tasso è fisso a 3,199%, mentre dal secondo il mutuatario dovrà corrispondere un interesse indicizzato all’ Euribor a 3 mesi. L’offerta PreFix finanzia fino all’80% del valore dell’immobile, dura al massimo 25 anni, ha uno spread che parte da un minimo di 1,40% e include nella rata anche una Polizza Infortuni di UBI Assicurazioni.

. L'offerta di mutui sia a tasso fisso che variabile a Aprile 2016 si fa molto interessante. Grazie alla discesa mese su mese dei prezzi degli immobili nelle grandi città, ma soprattutto nei piccoli centri, e grazie ai tassi praticamente prossimi allo zero oggi accendere un mutuo è estremamente conveniente. In questa analisi abbiamo analizzato le migliori offerte proposte dai principali istituti.

Fisso o variabile? Questo è l'eterno dilemma... In breve in questa particolare fase storica chi ha la possibilità di aprire un mutuo da estinguere in 10 anni quasi sicuramente la scelta del tasso variabile può essere quella più azzeccata, infatti attualmente i tassi sono molto bassi e le prospettive per i prossimi anni non fanno intravedere una loro risalita e poi grazie alla portabilità è sempre possibile, qualora i tassi aumentino, ricontrattare il mutuo con la stessa banca o con un altro istituto al fine di ottenere una proposto di nuovo vantaggiosa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il