BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere gli aggiornamenti da Business Online gratis sul tuo indirizzo di posta elettronica.

OK

Cerca

Cerca tra i nostri articoli

OK


Chiudi

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?



Aggiungici alle tue cerchie (clicca su Segui):

Rinnovo contratto statali bloccato così come aumenti: perdita sarebbe di 90 euro al mese

Blocco dei rinnovi contrattuali e le altre misure della manovra correttiva. Critica l'opposizione


Potrebbe costare tra gli 80 e i 90 euro di mancato aumento medio per il mensile degli statali il blocco al rinnovo del contratto, se confermato nel decreto correttivo allo studio del ministero dell’Economia, che vale 25 miliardi di euro.

Così il rinnovo del contratto triennale nel pubblico impiego slitta, anche se blocco dei contratti, però, secondo quanto è stato riferito, non significa l'annullamento totale delle trattative: “La riforma prevede la distribuzione delle risorse ottenute con le maggiori efficienze di gestione, che potrà risultare anche dai tagli sui consumi intermedi e dalla proroga del blocco del turn-over. Sarà, comunque, applicata la norma che dispone il riconoscimento selettivo dei premi di risultato ai dipendenti più meritevoli. Si parla del 30% del salario complessivo”.

Lo slittamento del rinnovo è nella manovra correttiva sui conti pubblici che i tecnici del ministero dell'Economia stanno mettendo a punto e che dovrebbe contenere un pacchetto di misure che partono dalla moratoria del rinnovo dei contratti per il periodo 2010-2012 e arrivano ad una proroga per un altro biennio del blocco del turn-over, in scadenza a fine 2010.

Esclusa, inoltre, la possibilità per i dipendenti pubblici fino al 2011 l’ipotesi di rinnovo contrattuale, e previsto il congelamento del reddito effettivo che si espliciterà di fatto con il blocco della contrattazione di secondo livello. Congelamento che sarà anche esteso, a quanto si apprende, ai settori non contrattualizzati: magistrati, prefetti, forze dell’ordine.

Sarà poi prorogato e inasprito il blocco delle assunzioni, mentre altri risparmi previsti dalla manovra economica correttiva potrebbero arrivare dal raddoppio del tempo di attesa per la buonuscita percepita da chi lascia il servizio: passerebbe da tre a sei mesi. Allo studio anche una sorta di contributo di solidarietà sulle retribuzione dei super-dirigenti.

Aspra l’opposizione: “Per due anni questo governo ci ha detto che la crisi non c'era, che l'Italia sta meglio di altri paesi, adesso invece annuncia una manovra assolutamente tradizionale con tagli lineari che vanno a colpire in maniera indiscriminata i servizi” ha commentato la presidente del Pd, Rosy Bindi.

Autore:

Marianna Quatraro




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il 17/05/2010 alle ore 10:50