BusinessOnline - Il portale per i decision maker








World Congress on Information Technology (WCIT) 2010 aperto da Otellini ceo di Intel

Nuove strategie e programmi Intel al WCIT. Parla il Ceo Otellini



Il World Congress on Information Technology (WCIT) 2010 inaugura con un ospite d'eccezione: l'amministratore delegato di Intel, Paul Otellini, che in occasione dell’evento ha deciso di mostrare l'impegno dell'azienda nello sviluppo dell'ICT.

Si parla di innovazione, formazione e impatto ambientale: si affronta la necessità di investire nel settore ICT e di favorire la formazione per creare la classe dirigente del futuro.

Secondo le parole di Otellini, Intel lavora in questo senso e, con il programma ‘Intel Challenge 2010’, un concorso che prevede premi in denaro fino a 150 mila dollari per i migliori business plan presentati da studenti universitari, si propone di trasformare in realtà le idee in iniziative imprenditoriali, sfruttandone le potenzialità e favorendone lo sviluppo, se volte a migliorare la qualità della vita.

Ma Intel punta agli investimenti mirati e guarda così al mondo della scuola, creando prodotti specifici come i Netbook Classmate o il progetto Magellano, che ha portato ben 500 mila computer a studenti portoghesi.

Da non dimenticare il programma Intel World Ahead, che prevede la fornitura di connettività e computer a utenti di tutto il mondo, mentre 100 milioni di computer per altrettanti studenti e insegnanti di 100 Paesi è l'obiettivo per il 2014.

Il Ceo Intel sottolinea anche il grande impegno della società nella produzione di sistemi che risultino più efficienti dal punto di vista dell’impatto ambientale ed è proprio in questo senso che stanno confluendo ora tutti gli sforzi di coloro che lavorano per questa azienda.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il