BusinessOnline - Il portale per i decision maker








iPad: la prova di John Elkann

Il presidente Fiat sulle potenzialità e gli usi dell'iPad



L’arrivo dell’iPad in Italia è ormai alle porte, il giorno tanto atteso da mesi e da tanti appassionati che non vedono l’ora di entrare in possesso del ‘rivoluzionario e magico’ prodotto della Casa della Mela, sta per arrivare. Più bello e più comodo di un tradizionale pc, a metà strada tra uno smartphone ed un netbook, il nuovissimo iPad ha sbancato, sia sul mercato Usa che su quello nostrano sin dal momento di preordine, e ora arriva a dimostrare le sue vere capacità e quanto di bello e di nuovo propone.

John Elkann, neo presidente Fiat, ha riportato sulle pagine de IlSole24Ore le sue impressioni sull’utilizzo di questo dispositivo, sottolineandone le grandissime potenzialità: “L'arrivo in Italia dell'iPad non è solo un evento tecnologico e di costume, ma una grande novità che mi riguarda direttamente, come editore e come utilizzatore”.

John Elkann mostra il suo iPad dove sarà possibile leggere qualche giornale e non è convinto che la partita sia chiusa. Sottolinea, invece, come il bisogno di informazione sia destinato a crescere: “i giornali cambieranno, la transizione è appena cominciata, ma carta e supporti elettronici, nuovi e vecchi media procedono insieme. L'obiettivo è di ripensare i contenuti editoriali del giornale in funzione dell'iPad”.

Secondo Elkann “La sfida è creare un'interfaccia nuova e multimediale. Qualche idea l'abbiamo già messa a punto: accompagnare la lettura di un articolo con una galleria fotografica o un video che integra e completa il testo, ascoltare il pezzo di una delle nostre firme dalla sua stessa voce, o sfogliare il giornale sullo schermo con un tocco delle dita, quasi come facciamo con il giornale di carta”. Ma tante altre ancora sono allo studio di molti.

Per ora non si sbilancia il presidente della Fiat, ma si compiace della facilità e delle ottime prestazioni che l’iPad assicura, dalla consultazione rapida delle mail alla semplicità e comodità di rivedere un testo, guardare le foto e controllare un report a tutto schermo. Unica nota dolente emersa; la mancanza di una fotocamera che, probabilmente, avrebbe reso forse perfetto questo prodotto.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il