BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Euro e previsioni estate 2010: può scendere ad 1,15 contro dollaro

Borse ancora altalenanti. Le previsioni



Un’euro ancora instabile e che desta qualche preoccupazione: le previsioni per il prossimo futuro non lasciano neanche intravedere grossi segnali di una buona ripresa e non ci resta che attendere. Un’euro, dunque, ancora debole, che sulle Borse europee continuerà ad essere dominata dalla volatilità.

Lars Schickentanz, gestore del fondo Prima Geo Europa , che ha vinto il Mornigstar Award, nella categoria Azionario Europa, ha con fermezza asserito che !l'austerità fiscale è indispensabile. Occorre, però, vedere se e come le manovre saranno attuate nei singoli Paesi e gli effetti che produrranno.

Per recuperare completamente la fiducia del mercato, l'Eurozona dovrà anche dimostrare di essere solida”. Ciò significa che bisognerà necessariamente puntare su un sistema di rigorosa e costante vigilanza per garantire che i bilanci di tutti i Paesi Ue restino in ordine e con andamento costante, in modo da evitare che altri Paesi possano arrivare alla situazione di crisi che vive attualmente la Grecia.

Sull’andamento altalenante delle Borse Schickentanz afferma che esse continueranno “a ballare. La moneta unica riflette il livello di fiducia del mercato nei confronti dell'Eurozona. Non è da escludere che, da oggi a fine estate, l'euro si possa indebolire ulteriormente e non credo si arriverà alla parità con il dollaro.

Si potrà raggiungere un rapporto euro-dollaro a 1,15 o 1,20, non è drammatico”. Secondo il gestore del fondo Prima Geo Europa, oggi conviene puntare soprattutto su società a larga capitalizzazione, con bilanci solidi, “come  Nestlé e Danone”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il