BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Spedizione pacchi e prodotti: nuovi servizi corrieri e prezzi con e-commerce

Cambiano e si evolvono i servizi della vita quotidiana. Le novità



I servizi della vita quotidiana al passo con i cambiamenti del XXI secolo. Cambiano così le spedizioni pacchi e prodotti proponendo nuove soluzioni hi-tech per entrare a far parte di un mercato globale sempre più competitivo, capace di soddisfare una clientela sempre più esigente.

Il tutto puntando anche al risparmio energetico e al rispetto dell'ambiente. In prima linea nella proposizione dei nuovi servizi commerciali c’è Tnt che punta essenzialmente sull’ecommerce: chi effettua acquisti sul web può concordare con il corriere ora e luogo di consegna, grazie al nuovo servizio ‘riconsegna programmata’ e consente la tracciabilità elettronica delle spedizioni.

Se il primo tentativo di consegna non si conclude bene, il corriere contatta il destinatario e un’alternativa per la consegna, compresa la possibilità di recarsi in uno dei 1.200 Tnt Point presenti sul territorio nazionale. Per venire incontro alle esigenze dei clienti, i servicepoint Dhl, invece, hanno creato le cosiddette spedizioni ‘first mile’. 

Grazie a questa novità, chi ha effettuato un acquisto in un grande magazzino, potrà ricevere direttamente a casa in modo semplice e diretto quanto comprato. I primi risultati di questa nuova offerta sono stati davvero positivi, tanto che all’indirizzo www.dhl.com e sui 140 siti locali le pagine web sono state completamente riorganizzate e si è registrato un vero e proprio boom della clientela: oltre 300.000 visitatori al giorno e più di 110 milioni di utilizzatori nel 2009.

Le altre novità del web per favorire una maggiore comodità degli utenti riguardano la gestione dell'infomobilità in tempo reale, per informare i guidatori attraverso il navigatore satellitare, ma anche via smartphone sulla situazione del traffico. Questa possibilità si potrà avere servendosi di S.i.mo.ne. (Sistema innovativo di gestione della mobilità per aree metropolitane).

 
Autore:

Marianna Quatraro

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il