BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Contributi Inps online su Internet: pin per accesso in arrivo. Come funziona

Il nuovo sistema online per essere sempre in contatto con l'Inps. cosa prevede



Nuovo servizio online per pagare i contributi Inps. Saranno circa 20 milioni di persone che riceveranno la lettera con cui l'Inps comunica la prima parte del Pin per l'accesso al nuovo sistema grazie al quale i lavoratori potranno interagire con l'ente in qualsiasi momento ne avranno bisogno sia per conoscere la propria posizione contributiva, sia per comunicare in tempo reale eventuali difformità rilevate.

L’unica cosa necessaria per poter usufruire del sistema sarà un codice personale di accesso (Pin) per segnalare all'Inps via internet informazioni errate o mancanti che possono interessare l'estratto conto rilevabile dal cassetto previdenziale o il nuovo Cud previdenziale, per fornire le informazioni sulla contribuzione da parte del datore di lavoro.

Grazie ad un personale codice Pin oppure con la carta nazionale dei servizi (Cns) o la carta Regionale (Crs), si entrerà nel sistema e si potrà scegliere la sezione che interessa. Scegliendo l’opzione Segnalazioni, l'assicurato potrà segnalare eventuali anomalie o dati difformi, inviare allegati in formato digitale e stampare la ricevuta. Facendo riferimento ai dati contenuti nel Cud previdenziale, gli assicurati potranno effettuare direttamente o attraverso patronato la segnalazione di informazioni errate o mancanti.

Questo servizio consente, infatti, di conoscere in modo analitico tutti i dati prima indicati nella parte contributiva della certificazione unica, modello Cud. Nel caso in cui dovessero essere segnalati errori di inquadramento, retribuzione, accredito settimanale, le relative segnalazioni saranno trasmesse, dalle sedi Inps, direttamente al datore di lavoro interessato o all'intermediario abilitato.

Se, invece, si segnala la mancanza dei dati relativi a uno specifico rapporto di lavoro, le sedi accerteranno se si tratta di una mancata trasmissione dei dati retributivi e contributivi, cioè delle denunce mensili, o se si è verificata una mancata denuncia del rapporto di lavoro. In questo caso la sede Inps competente denuncerà la mancanza.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il