BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Windows 7 in azienda: passaggio entro il 2012 obbligato

Tempo di migrazione da Xp e Vista a Windows 7. Come funzionerà



Tempo di migrazione per tutti coloro che in azienda non hanno ancora adottato il nuovo sistema operativo Windows 7 di Microsoft. Nato per sostituire un Vista che ha raggiunto i risultati sperati, lasciando non poche lacune, Windows 7 aver recuperato tutto ciò che Microsoft aveva perso a causa dei problemi del vecchio sistema operativo.

Non solo Vista, però, perché anche chi ha il tanto amato Xp dovrà abbandonarlo. Il processo di adozione del nuovo sistema operativo di Microsoft inizierà prossimi mesi e nel corso del 2011 diventerà passaggio obbligato cui tutte le aziende dovranno sottoporsi. Gli analisti di Gartner sostengono l’importanza di questa migrazione dall’ottobre del 2009, cioè sin dal debutto di Windows 7.

Così, molte organizzazioni dovrebbero pianificare i test per installare il nuovo software e togliere Windows Xp dai propri pc entro la fine del 2012. ciò che resta ancora da decidere è come fare per avviare questa migrazione, se coinvolgere tutti i computer aziendali, solo i nuovi acquisti o entrambe.

Ciò che deciderà la strategia di lavoro saranno sicuramente i costi finali. Secondo gli analisti, sarebbe più conveniente abbandonare Xp prima della scadenza dell'aprile del 2014, quando terminerà l'assistenza tecnica al prodotto assicurata da Microsoft.

E il motivo è piuttosto chiaro: le nuove versioni di molte applicazioni non dovrebbero essere compatibili con il vecchio Os, quindi, in prossimità di novità e aggiornamenti, sarebbe meglio esser già pronti con il nuovo sistema operativo.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il