BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Cloud Computing Ibm per lavorare in mobilità

Ibm sempre più concentrata sulle nuove soluzioni cloud



E’ dal 2007 che Ibm ha iniziato a lavorare sulla tecnologia cloud, dando vita ai Reaseach's research compute cloud (Rc2) e da allora, negli ultimi tre anni gli investimenti in ricerca hanno portato alla realizzazione di 10 nuovi laboratori nel mondo, fino ad arrivare all’annuncio, di qualche giorno fa, del nuovo servizio Smart Business Desktop on Cloud.

Si tratta di una nuova soluzione che permette “di virtualizzare i posti di lavoro aziendali con la possibilità di collegarsi in mobilità”, secondo quanto ha spiegato Daniele Berardi, vice presidente di Global Technology Services Ibm Italia.

Ciò significa che gli sforzi di Ibm si stanno concentrando oltre che su un modello concreto modello di business, anche su una nuova esperienza di lavoro, perché la nascita del nuovo servizio offrirò ad aziende e mondo consumer di sfruttare il web attraverso i motori di ricerca, strumenti di social networking ed ecommerce, senza la necessità di conoscere la tecnologia che li genera.

Ad accrescere l’importanza del Cloud Computing per Ibm, c’è stata anche l’acquisizione, di qualche settimana fa, di Cast Iron System, azienda privata che fornisce software, applicazioni e servizi per l’integrazione del cloud leader nel settore industriale.

Questa nuova acquisizione espande il portafoglio di software per l’integrazione eil business process di Ibm che, nel primo trimestre del 2010 è cresciuto di oltre il 20%. Obiettivo: allargare la fornitura di servizi di cloud computing ai clienti. Le nuove soluzioni di cloud computing rappresentano, dunque, per i grandi colossi dell’informatica una sfida chiave in quel processo di crescita e sviluppo tecnologico che dovrebbe portare ad una sempre maggiore possibilità di lavoro in mobilità, cambiando, tra l’altro, profondamente il modo in cui persone e aziende si serviranno dell'informatica.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il