BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Le innovazioni 2010 italiane premiate al Politecnico di Milano e Confindustria

Premiati a Milano e Condindustria i migliori progetti di innovazione tecnologica italiani



I migliori progetti di innovazione tecnologica italiani premiati da grandi esperti. Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici ha premiato le aziende italiane che hanno primeggiato nel settore dell’innovazione digitale nella sanità, informazione, beni culturali ed efficienza energetica.

I riconoscimenti assegnati rientrano nell’ambito della prima edizione del ‘Premio per l'innovazione nell'Information Communication & Media Technology’ (Icmt), promosso proprio da Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici. I vincitori sono stati Telecom, Engineering e Rai e altre quattro hanno meritato menzione particolare.

Queste sono: per la sanità digitale ad Aditech di Ancona per il progetto Mocas, per la telemedicina a Tesan di Vicenza per la best practice E-Healt Center, per i beni culturali e Turismo a Centrica di Firenze per la best practice Uffizi Touch, per il marketing e comunicazione a Drake di Milano per la best practice Webrep.

I tre premi sono stati, invece, assegnati a Telecom Italia, che ha ricevuto il Premio Icmt 2010 convergenza Tlc driven per My Doctor @ Home per “la rilevanza sociale dell'applicazione e per l'ampiezza dell'integrazione realizzata sia nella convergenza tecnologica che a livello di servizio”. Si tratta di un servizio di teleassistenza domiciliare che integra molteplici funzioni, consentendo ai pazienti affetti da patologie cardiache, diabetologiche, pneumologiche, di misurare, in autonomia o con supporto infermieristico, i propri parametri clinici direttamente da casa e di trasmetterli all'unità medica ospedaliera.

Il Premio Icmt 2010 convergenza It driven è andato, invece, a Pharos di Engineering per “l'importante lavoro di sviluppo e sperimentazione, condotto a livello europeo”. Si tratta di un progetto europeo per la realizzazione di motori di ricerca di nuova generazione che consentirà di trovare informazioni e contenuti multimediali navigando su canzoni, video, immagini, estraendo automaticamente i significati e le informazioni direttamente dal contenuto.

Infine, il Premio Icmt 2010 convergenza Media driven è andato alla Rai per Hyper Media News per “l'approccio innovativo con cui viene affrontata la convergenza tra differenti tipologie di contenuto e per il contributo a un settore di rilevanza cruciale qual è quello dell'informazione”. Si tratta di un sistema capace di aggregare i diversi contenuti informativi, da quelli giornalistici a quelli audiovisivi e televisivi.

L’altra iniziativa tesa a premiare il settore innovativo italiano è stata quella che ha avuto luogo al Politecnico di Milano, dove si è tenuta la prima edizione di ‘Idea to Product Competition Italy’, una competizione interna al Politecnico volta a selezionare le idee migliori provenienti dalla ricerca universitaria avanzata per trasformarle in prodotti innovativi da introdurre sul mercato.

A vincere sono stati tre progetti ritenuti i migliori: il primo è stato il progetto Emotica Games presentato da Simone Tognetti e Maurizio Garbarino, dottorandi del Dipartimento di Elettronica e Informazione del Politecnico di Milano, che hanno progettato una piattaforma hardware e software che permette la trasmissione di informazioni relative alle emozioni dalla persona a un sistema artificiale o device (computer, videogioco, televisore, iPhone…) mediante l’analisi di alcuni parametri fisiologici.

Le potenziali aree di applicazione di questo progetto dovrebbero essere videogiochi, terapie riabilitative, e contenuti multimediali. Secondo posto per il progetto Foxcs presentato da un gruppo di ricerca del Dipartimento di Chimica del Politecnico di Milano, progetto che sviluppa celle solari di tipo dye-sensitized (DSSC) in cui le componenti organiche sono realizzate con innovativi materiali fluorurati.

Terzo posto, infine, per il progetto Smart Mesh Building presentato da Stefano Maggi, docente del Dipartimento di Elettrotecnica del Politecnico di Milano: si tratta di un nuovo sistema, che si basa su una rete wireless a basso costo, per la costruzione degli impianti elettrici che ne permette la gestione da parte dell’utente. 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il