BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Esame terza media: prova invalsi. Test e simulazioni online matematica e italiano

Simulazioni e consigli per affrontare la tanto temuta Prova Invalsi di terza media


Si svolgerà il 17 giugno la terza prova scritta di italiano e matematica comune a tutte le scuole medie italiane, che sarà di tipo strutturata, cioè a risposta multipla, o semistrutturata, cioè anche con qualche domanda aperta, e che sarà assegnata dal Ministero della Pubblica Istruzione.

La terza prova introdotta quest’anno, denominata Prova Invalsi, secondo quanto si legge nella cirolare ministeriale, “ha la funzione di integrare gli elementi di valutazione attualmente esistenti verificando i livelli di apprendimento degli studenti a conclusione del terzo anno della scuola secondaria di primo grado.

La valutazione a livello nazionale degli apprendimenti degli studenti costituisce il necessario completamento dell’autonomia scolastica e consentirà il progressivo allineamento a standard di carattere nazionale da poter sospingere con mirate azioni di stimolo e di sostegno, verso il raggiungimento di crescenti livelli di qualità”.

L'esame è diviso in due sezioni: la prima riguarda l’italiano e si suddivide a sua volta in due parti, comprensione della lettura, cioè di un testo narrativo, e quesiti. La seconda prova, invece, sarà di matematica e avrà quesiti a scelta multipla e a risposta aperta su: numeri, geometria, relazioni e funzioni, misure, dati e previsioni.

Una volta dinanzi alla prova da sostenere, è bene cercar di star tranquilli, leggere e capire bene cosa la domanda richiede e rispondere in maniera diretta, comprensiva ed esauriente.

Si consiglia di rispondere prima alle domande di cui si conoscono le risposte senza perdere troppo tempo su quelle di cui non si conosce la riposta e lasciare per ultime le domande su cui si hanno dei dubbi. E’ bene, una volta terminato il test, rivederlo ed eventualmente apportare qualche correzione prima di consegnarlo.

Autore:

Marianna Quatraro




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il 16/06/2010 alle ore 09:31