BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Ccteu il nuovo Cct: titoli di stato con tasso di interessi variabili euribor. Durata e come funziona

Nuovi ccteu al posto dei vecchi Cct. Cosa cambia



Si chiama Ccteu, la nuova classe di titoli nominali a tasso variabile con cedole semestrali indicizzate all'Euribor a 6 mesi, nata per sostituire i Cct oggi in circolazione. I Cct (Certificati di credito del tesoro) sono titoli a medio-lungo termine, di durata di 7 anni, emessi dal Ministero del Tesoro e sono titoli di credito al portatore o all'ordine, con rendimento a tasso variabile.

Possono essere anche titoli indicizzati a lungo termine, con la cedola cioè ancorata a parametri che permettono all'investitore di mantenere una certa aderenza al mercato dei tassi a breve. Gli investitori ritengono si tratti di strumenti tranquilli perché rendono più o meno come i BOT e, poiché prevedono scadenze medio-lunghe, permettono di occuparsi saltuariamente di loro.

Ma ora sembra proprio che questi Cct stiano per andare in pensione. Il nuovo Ccteu, Certificato di credito del tesoro indicizzato all'Euribor, prevede cedole semestrali calcolate in basso al tasso Euribor a 6 mesi, sarà emesso con una scadenza di 7 anni (anche se il Tesoro pensa ad altre durate in base alle preferenze espresse dal mercato) e verrà inizialmente offerto tramite sindacati di collocamento, con l'obiettivo di giungere a un regime di emissioni regolari nelle aste di fine mese.

Il Tesoro darà agli investitori che hanno i vecchi Cct la possibilità di concambiarli con i Ccteu e, successivamente, tramite regolari operazioni di con cambio, questi investitori avranno ulteriori occasioni per scambiare vecchi titoli con i nuovi. L'impegno a sostenere tali operazioni sarà mantenuto fino alla scadenza finale dei vecchi titoli.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il