BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Google rebrand: per vendere solo banner e display advertising

Google riorganizza la sua pubblicità: nasce Google Display Network. Come funziona



Si chiama Google Display Network la nuova rete di BigG nata per rendere più semplice e comprensivo il rapporto tra l'utenza e le offerte di display advertising disponibili in Google e che comprenderà tutti i siti (esclusi i search partner di Google) dove è possibile acquistare spazi display.

Si tratta essenzialmente di uno strategico rebrand. La novità è nata dalla necessità di Google di riorganizzare l’affluenza pubblicitaria sul proprio motore di ricerca, un’affluenza che, negli ultimi tempi, era diventata decisamente un po’ confusa.

Se, infatti, da un lato sono cresciuti gli strumenti disponibili agli inserzionisti, creando così una moltitudine di riferimenti compresenti, dall’altro è aumentata anche la richiesta di display advertising (che a fine anno rappresentava circa il 35% del totale del mercato complessivo).

La risposta di Google a questa situazione ‘frammentata’ è appunto Google Display Network, che secondo quanto spiegato dai dirigenti dello stesso motore di ricerca, “comprenderà tutti i siti nel quali è possibile acquistare pubblicità su Google, compresi YouTube, Google Finance, Gmail, Google Maps, Blogger, il tutto in aggiunta ad oltre un milione di siti affiliati ai canali AdSense e DoubleClick Ad Exchange”.

La Rete Display offrirà, dunque, agli inserzionisti AdWords la possibilità di acquistare annunci nei formati testuale, media, immagine e video, offrendo così anche la possibilità a tutti i suoi utenti di dare libera espressione alla propria creatività, coinvolgendo anche potenziali clienti. Nulla di particolarmente nuovo, dunque, nella sostanza, a parte una strategia di lavoro: dopo aver dominato la search, BigG inizia a concentrarsi sull’irresistibile mondo del display.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il