Musica su cellulare con Hp con playlist iTunes trasferibili su smartphone non iPhone

Dopo Google Music, anche Hp sfida Apple. Il nuovo servizio



Dopo Google Music, anche Hp sfida Apple e lancia un software che esporta playlist iTunes su dispositivi alternativi al celeberrimo iPhone. La nuova strategia di Hp è stata possibile grazie all’acquisizione di Melodeo, servizio di streaming con base a Seattle, per cui il colosso avrebbe speso una somma compresa tra i 30 e i 35 milioni di dollari.

Hp ha, dunque, fatto il suo ingresso trionfale nel mercato dei servizi musicali mobile con NuTsie, il software di Melodeo che permette il trasporto di playlist iTunes su dispositivi mobile che non siano iPhone. Il nuovo software sarà, inoltre, disponibile su vari mobile come BlackBerry, Android e Windows Mobile.

Certo, Melodeo non può contare sulla stessa notorietà che è oggi di iTunes o Lala e Spotify, ma sembra che la sua utenza sia destinata ad ampliarsi fino a transitare sul sito ufficiale e comprendere quasi 2 milioni di download per l'applicazione NuTsie.

Il gigante dell’informatica mondiale si è detto così pronto a tener testa alla società di Cupertino che oggi, per numeri, fatturato e popolarità, sembra davvero imbattibile. L’impresa sarà sicuramente difficile, ma lavorando e perfezionando, si potrà essere certamente in grado di creare un servizio competitivo e che riesca a soddisfare le diverse richieste dell’utenza.

La mossa di Hewlett-Packard renderà ancora più aperta la competizione per aggiudicarsi il mercato della musica online, anche perchè sembra arriverà anche una nuova versione di nuTsie per ascoltare le playlist on cloud, cioè in streaming ma senza dovere scaricare le canzoni sui dispositivi.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il