BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pedaggi e costi al casello più alti in autostrada dal 1 luglio 2010. Cosa cambia.

In vigore da domani i nuovi pedaggi autostradali. Gli aumenti



Erano stati già annunciati dalla nuova manovra anti crisi, ma ora diventano realtà. Dal primo luglio, infatti, entreranno in vigore i nuovi pedaggi autostradali. Si parte dal pagamento di un euro di sovrappedaggio per vetture e moto (classi A e B) e due euro per i veicoli pesanti (classi C, D, E) su 26 caselli di concessionarie autostradali interconnessi a raccordi e autostrade Anas.

A fine 2011, questo pedaggio sarà completamente sostituito da una somma che sarà fatta pagare su arterie Anas, come il raccordo anulare di Roma, Roma-Fiumicino e la Salerno-Reggio Calabria.

Altra novità prevista è il pagamento di un sovracanone di 1 millesimo a chilometro per i veicoli leggeri e di 3 millesimi a chilometro per i veicoli pesanti su tutti i caselli autostradali d'Italia, operazione che si tradurrà in un aumento dei pedaggi dell'ordine dell'1-1,5% circa, con punte del 5%.

Per fare un esempio, basta calcolare che sui 206 chilometri della Roma-Napoli, l'aumento è per la classe B di 20 centesimi di euro che, rispetto agli attuali 11,90 euro di pedaggio, si traduce in un aumento dell'1,7%. L'Anas spiega che le entrate derivanti da questi aumenti andranno a ridurre quanto dovuto annualmente dallo Stato all'Anas come ‘corrispettivo di servizio per la gestione e la manutenzione della rete stradale nazionale’.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il