BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Windows 8 e l'app store: le novità e funzioni trapelate

Le prime indiscrezioni sul nuovo sistema di Microsoft



Trapelano le prime nuove funzionalità di Windows 8, successore dell'attuale sistema operativo Microsoft per personal computer, che, secondo alcune indiscrezioni, dovrebbe vedere la luce alla fine del 2012.

Fino a qualche giorno fa non si era saputo ancora nulla della novità di casa Microsoft, fino a quando il blog italiano windows8italia.com è venuto in possesso di una serie di diapositive che rivelano eventuali caratteristiche del futuro sistema operativo.

Tra queste spiccno un nuova modalità ibrida di disconnessione-sospensione, che dovrebbe garantire tempi di accensione più rapidi, la dotazione di Internet Explorer 9, pulsante di reset integrato con cui reinstallare il sistema operativo in maniera automatica e conservando tutti i dati dell'utente, possibilità di condividere facilmente le impostazioni personali fra diversi pc, supporto al riconoscimento del volto come metodo per il log-in, e la guida in linea potenziata, in grado di offrire nuovi strumenti per aiutare l'utente a risolvere autonomamente alcuni problemi.

Non manca un negozio digitale da cui sarà possibile avere programmi addizionali. Si tratta di un negozio di applicazioni, simile all’App Store di Apple.  Da questa sorta di Windows Store, gli utenti potranno scaricare, sia gratuitamente che a pagamento, nuovi programmi.

Le applicazioni non verranno installate sul computer ma saranno on line. Altra novità di Windows 8 sarà la presenza di sensori che fanno immediatamente uscire il pc dallo stato di stand by semplicemente avvicinandosi ad esso. 

Altra indiscrezione circolata, anch’essa di grande importanza, riguarda la compatibilità di Windows 8 con più dispositivi: si pensa, infatti, che Microsoft darà vita ad un sistema operativo non specifico solo per tablet o mini pc, ma lavori piuttosto su un software che possa adattarsi a diversi standard.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il