BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Fondi pensioni e detrazioni Unico 2010 e dichiarazione dei redditi

Le detrazioni previste per la previdenza integrata



Chi fa parte, o decide di entrare a farne parte, della previdenza integrativa, godrà di diverse agevolazioni nella dichiarazione dei redditi per il modello Unico 2010, relativo al 2009. si parte, infatti, dalla possibilità di dedurre i versamenti fino ad un massimo di 5.164,57 euro l'anno.

Ciò significa, per esempio, che, come mostrano le stime di Progetica, per un reddito di 35mila euro e un versamento annuo di 2.500, si ottiene un risparmio in termini di minor Irpef di 950 euro. In pratica è come se di 2.500 euro il lavoratore ne avesse sborsati 1.550, versando gli altri 950 al Fisco, anche se, come spiega Sergio Sorgi, vicepresidente di Profetica, “questo plafond viene raggiunto in pochi casi”.

Secondo gli ultimi dati Covip, infatti, il contributo medio è pari a 2.120 per i dipendenti e 2.880 per gli autonomi. Altro caso che si cordiera: il Tf.  Per quanto riguarda questo quadro, le agevolazioni maggiori riguardano la prestazione finale: la rendita vitalizia o il capitale in un'unica soluzione sono tassati con un'aliquota del 15%, ridotta dello 0,30% per ogni anno di partecipazione successivo al quindicesimo, cioè  con trentacinque anni di partecipazione l'imposizione è del 9% a titolo definitivo, mentre il Tfr è soggetto a tassazione separata con un'aliquota minima del 23%.

Le anticipazioni che si hanno in alcuni casi sono tassate con un'aliquota del 15% e una riduzione dello 0,30% per ogni anno di partecipazione successivo al quindicesimo se dovute a spese sanitarie e del 23% in altri casi come acquisto o ristrutturazione della casa per sé o per i figli o ulteriori esigenze.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il