BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Rimborsi iva 2010 del 2009: richieste online in partenza. Come funziona

Come richiedere il rimborso iva relativo al 2009. La procedura



E’ disponibile sul sito delle Agenzia delle Entrate il portale per i rimborsi Iva a soggetti stabiliti in uno stato Ue diverso da quello del rimborso.

Le norme, in vigore dal primo gennaio 2010 e che partono con i rimborsi relativi all'anno 2009, il cui termine finale di scadenza è fissato per il 30 settembre 2010, prevedono che i soggetti italiani presentino la richiesta di rimborso tramite l'agenzia delle Entrate attraverso Entratel o Fisconline, mentre i soggetti residenti in altro stato comunitario che vogliono chiedere il rimborso dell'Iva versata in Italia debbano presentare la loro richiesta di rimborso alla propria amministrazione finanziaria che poi provvederà ad inoltrarla all'agenzia delle entrate.

Per  accedere al servizio telematico, basta collegarsi al sito www.agenziaentrate.it, accedere alla voce documentazione, aprire il link Rimborsi IVA/VAT refunds, e, cliccando sulla voce Rimborsi Iva, si accede alla pagina Rimborsi Iva Ue, dove vengono riportate norme, tabelle per aiutare i contribuenti a conoscere le normative sui rimborsi vigenti nei singoli Paesi della UE e i codici da utilizzare per la descrizione dei beni acquistati.

I contribuenti italiani devono utilizzare i servizi telematici Entratel o Fisconline a secondo del canale al quale sono abilitati, direttamente o attraverso gli intermediari abilitati. L'abilitazione può essere richiesta e ottenuta anche da soggetti non residenti che, però, devono prima chiedere il codice fiscale italiano in modello AA5/6 e poi avanzare la richiesta di rimborso al centro operativo di Pescara.

Per i soggetti comunitari che chiedono il rimborso dell'Iva versata in Italia, se il contribuente vanta un credito per un periodo inferiore ai tre mesi (gennaio e febbraio ma non marzo) potrà chiedere il rimborso di tale credito con la richiesta annuale, mentre per le richieste relative a tre mesi, l'importo minimo rimborsabile è pari a 400 euro e pari a 500 se, invece, le richieste sono relative all'anno.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il