BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tredicesime dipendenti pubblici: riduzione? E ritorna la mini-naja con manovra finanziaria 2010-2011

Riduzione delle tredicesime per risparmiare e nuovi fondi per i giovani militari: le novità della manovra



E’ previsto per mercoledì 14 luglio il voto finale sulla manovra, approdata in Aula, voto che approverà o meno i nuovi emendamenti. Le novità riguarderanno non solo innalzamento dell’età pensionabile per le donne del pubblico impiego, tagli agli stipendi di manager e politici (già ampiamente approvati), service tax, novità sui dati catastali degli immobili, le casse di previdenza e assistenza privatizzate (vale a dire le casse dei professionisti), la proroga, fino al 20 dicembre 2010, della sospensione degli adempimenti e dei versamenti tributari e contributivi per gli abitanti d’Abruzzo e il via libera alla flessibilità nella ripartizione dei tagli per le Regioni gli enti locali più virtuosi nel rispetto del Patto di stabilità interno.

Altro tema sul quale si sta in queste ore lavorando in commissione Bilancio è quello delle tredicesime per alcune categorie del pubblica amministrazione, con l’obiettivo di accumulare risparmi. Trovati i finanziamenti per la mini-naja voluta dalla Difesa e che sta provocando non poche polemiche.

Lo stanziamento approvato per accogliere i giovani nelle caserme ammonta a 19,8 milioni di euro, di cui 6,5 da spendere quest'anno, 5,8 riservati all'anno prossimo e 7,5 previsti per il 2012. Inaccettabile per i dipendenti pubblici che vengano impiegati fondi per favorire il reclutamento dei giovani ammessi a indossare la divisa per tre settimane.

Si attende, dunque, ora che la mini-naja diventi operativa e si calcola che in tre anni circa 15 mila giovani avranno la possibilità di indossare la divisa per un periodo di tre settimane.

Una curiosità: per indossare questa divisa i giovani reclutati dovranno versare una sorta di cauzione, un del valore di qualche centinaia di euro. Saranno ammessi i giovani di età compresa fra i 18 e i 30 anni e che risultino idonei ad un'attività sportiva agonistica.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il