BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Andare in pensione più tardi: di quanto aumenta l'importo mensile? Esempi

Come avere di più una volta in pensione. I casi



Dopo annunci e ritrattazioni, scompare l'innalzamento dei 40 anni di contributi per andare in pensione ma si prolunga l’attività lavorativa in base alle aspettative di vita e questa novità si dice rilevante, soprattutto per chi ha davanti a sé un lungo orizzonte temporale.

Le stime di Progetica mostrano che con un versamento annuo di mille euro un giovane di 30 anni potrebbe attendersi una pensione integrativa di 1.876 euro sottoscrivendo una linea con rendimento garantito del 2% l'anno e di 3.049 scegliendo invece una bilanciata con il 60% di azioni.

Slittando di un anno, la pensione integrativa aumenterebbe rispettivamente di 143 e 279 euro, con due anni in più arriverebbe a 298 euro nel primo caso e 586 nel secondo. A ciò bisognerebbe poi aggiungere il maggior tasso di copertura offerto dalla rendita pubblica: versando un contributo di mille euro, un quarantenne otterrebbe una pensione di 1.290 euro se sceglie una linea garantita e di 1.890 se accetta il maggior rischio di una bilanciata.

Slittando di un anno la pensione, la rendita salirebbe a 116 euro nel primo caso e di 191 nel secondo con due anni di ritardo la differenza è rispettivamente di 242 e 402 euro. chi, invece, sta per andare in pensione, potrebbe avere di più rinviando la liquidazione della pensione di scorta: con un versamento di mille euro, un 55enne può attendersi un vitalizio integrativo di 482 euro con un comparto garantito e di 557 con un bilanciato. Slittando di un anno, avrebbe 74 euro in più nel primo caso e 94 nel secondo.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il