BusinessOnline - Il portale per i decision maker








iPod nano: i consumatori alleati contro Apple

L'ira dei consumatori si abbatte su Apple: pronta una class action contro la casa di Cupertino per denunciare i problemi di resistenza riscontrati nel nuovo iPod nano



L'ira dei consumatori si abbatte su Apple: pronta una class action contro la casa di Cupertino per denunciare i problemi di resistenza riscontrati nel nuovo iPod nano. In particolare, gli acquirenti del piccolo lettore multimediale lamentano la fragilità del display, soggetto con troppa facilità a graffi e rotture. La colpa sarebbe da ricercare nella pellicola di plastica che ricopre lo schermo LCD a colori da 3,81 cm, molto più sottile di quello adottato per gli altri componenti della famiglia iPod.

L'accusa dei consumatori è grave: Apple avrebbe commercializzato il dispositivo nonostante fosse a conoscenza del problema di affidabilità del display. Nella proposta di class action, depositata mercoledì scorso a San Jose, California, si cerca di dimostrare come il display si rovini eccessivamente anche in condizioni di utilizzo normale e che il produttore fosse già a conoscenza dei limiti alla resistenza dell'iPod nano prima della commercializzazione. Le richieste dei clienti si orienterebbero verso un risarcimento parziale, quantificato in almeno 25 dollari per ogni lettore acquistato.

Va detto che un coro di critiche si era sollevato a pochi giorni dalla messa in vendita dell'iPod nano e che Apple era intervenuta per minimizzare il problema e confermare che avrebbe sostituito i prodotti danneggiati, limitatamente a quelli che potevano essere considerati difettosi. Secondo l'azienda californiana, gli inconvenienti al display non derivano infatti dal design dell'apparecchio. Ricordiamo che l'iPod nano è disponibile nelle colorazioni bianca e nera, nel modello da 4GB, al prezzo di 269 euro, e in quello da 2GB (500 canzoni), a 209 euro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
Fonte: Jugo
pubblicato il