Viaggi last minute: siti web per trovare offerte migliori si moltiplicano in Italia

Dopo l'esempio di Expedia, crescono i siti per viaggi low cost. Quali consultare



In principio era Expedia, oggi, invece, si sono moltiplicate le possibilità offerte dal web per chi desidera viaggiare low cost e visitare posti incantevoli, senza spendere troppo. Wayn, comunità di turisti online con oltre 15 milioni di aderenti, offre un servizio di prenotazione di alberghi a prezzi garantiti.

Propone 86 mila indirizzi in oltre 15 mila località, tutte le offerte per le destinazioni preferite da chi ama viaggiare. Altra possibilità di ricerca è offerta da Kayak, motore di ricerca viaggi. Oggi in Italia sono parecchi i desiderosi di viaggi che scelgono direttamente i siti delle compagnie aeree e degli hotel.

Il 16%, invece, prenota tramite le grandi agenzie online, come Expedia e Opodo (in particolare, il 16% degli italiani, il 17% dei francesi e il 19% degli inglesi). Un altro 14%, infine (il 10% in Italia), si informa e prenota sui siti dei tour operator tradizionali.

Ciò che segna i maggiori risultati è la vendita dei biglietti, seguita dalla prenotazione di hotel, come ha sottolineato Roberto Liscia, direttore di Netcomm, consorzio del commercio elettronico. Più difficili da vendere, invece, i pacchetti online, per i costi più alti e la scarsa propensione all’uso della carta di credito. Sul sito italiano di Opodo, leader europeo tra le agenzie online, fondato da nove compagnie aeree europee e poi rilevato da Amadeus, lo strumento più consultato è il motore di ricerca.

La vendita di biglietti, però, è cresciuta del 10%, permettendo di toccare nel 2009 i 24 milioni di euro di fatturato. C’è poi Volagratis.it (gruppo Bravofly) viene visitato ogni mese da più di 2 milioni di persone ed è il sito di riferimento per chi cerca un volo low cost. Mentre Easy to book, un altro motore di ricerca, disponibile in sette lingue, nell’ultimo anno ha conquistato un terzo del mercato verticale delle prenotazioni alberghiere.

I nuovi modelli. Altri siti da consultare sono Trivago o Easyviaggio: il primo costituito da una comunità universitaria inglese, che ha sviluppato un proprio motore di comparazione viaggi, che tiene conto anche dei voti dati dagli utenti.

Il secondo, invece, è stato fondato dall’editore francese Jean Pierre Nadir e con cinque siti europei ha raggiunto più di 5 milioni di visitatori mensili. Questo sito oltre alla comparazione dei prezzi, propone reportage e notizie utili per i turisti.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini pubblicato il