BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Previsioni del tempo dal 14 luglio per week-end e settimana: caldo record

non dà tregua il caldo in Italia. Le previsioni per questa settimana



Italia stretta nella morsa del caldo e dell’afa. A risentire della perturbazione di aria calda sono soprattutto le regioni del Centro e del Nord dove, accanto alle elevate temperature, vi si aggiunge un alto tasso di umidità che rende le temperature percepite ancor più alte, creando in alcuni casi non pochi problemi per il corpo umano, soprattutto nei bambini e negli anziani.

E dopo un week end rovente quasi ovunque, la colonnina di mercurio non accenna a scendere e l'umidità continua a rendere l'afa insopportabile in tantissime città italiane. Oggi, mercoledì 14 luglio, la protezione civile segnala ben 17 città sotto la morsa dell'afa: in allerta 3 saranno 8 città: Bolzano con 36 gradi, Bologna con 34, Brescia e Firenze con 37 gradi, Genova con 35 gradi, Perugia con 33, Roma con 38 gradi, Torino con 35 gradi.

Le città in allerta due saranno sei: Campobasso con 31 gradi, Frosinone e Milano con 36, Trieste con 35, Rieti con 34 gradi, e Civitavecchia, Latina, Venezia e Viterbo. Al Sud, invece, le condizioni rimangono generalmente stabili con caldo e tempo soleggiato.

Giovedì termometro a 40 gradi a Venezia e allerta in 20 città; venerdì, invece, allerta rosso a Bolzano, Bologna, Brescia, Firenze, Genova, Milano, Perugia, Roma, Torino, Trieste e Venezia; allerta arancione a Campobasso, Civitavecchia, Frosinone, Latina, Messina, Pescara, Rieti, Verona e Viterbo.

E le previsioni non promettono nulla di buono per quanto riguarda la tregua caldo: nel fine settimana, infatti, le temperature arriveranno su valori ben superiori alla media del periodo. Isolate precipitazioni potranno verificarsi sulle zone alpine, prealpine e sulle zone pianeggianti limitrofe ma in genere le temperature saranno in lieve aumento.

E in queste giornate di super caldo, arrivano sempre più richieste di aiuto ai pronto soccorso. A Roma e provincia rispetto agli ultimi giorni le telefonate al 118 sono aumentate del 40%, circa mille richieste in più per malori, soprattutto lievi. Qualche malore anche a Perugia mentre in Friuli-Venezia Giulia richieste fino al 30% in più al 118.

Molte richieste di aiuto anche in Piemonte, a Firenze presi d'assalto i pronto soccorso degli ospedali per svenimenti, collassi, casi di disidratazione, in particolare fra gli anziani, mentre a Roma sono state distribuite 70 mila bottiglie d'acqua e i trasporti con ambulanza ai Pronto soccorso sono aumentati del 25%.
 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il