Riforma Finanza Usa di Obama approvata: è legge. Le novità e cosa cambia

Obama incassa un'altra storica vittoria: la nuova riforma finanziaria



Obama incassa un’altra storica vittoria: il Senato ha dato il via libera alla riforma del sistema finanziario. La legge è stata approvata con 60 voti favorevoli e 39 contrari, con 3 repubblicani che hanno dato il loro appoggio. Ora manca solo la firma di Obama prevista per la settimana prossima.

Quella realizzata dal Congresso è la più grande riforma del sistema finanziario dagli anni '30, la terza grande vittoria legislativa della presidenza di Obama. E' stata la maggiore priorità di politica interna del presidente dopo la riforma sanitaria e il pacchetto di stimoli economici da 800 miliardi di dollari varato all'inizio dell'anno scorso.

La nuova legge punta a correggere direttamente la debolezza di regolamentazione, indicata come una delle cause principali del semicollasso del sistema finanziario di fine 2008, assegnerà alle autorità federali grandi poteri di controllo sulle banche, per limitare l'assunzione di rischi da parte delle istituzioni finanziarie e di supervisione di attività precedentemente non regolamentate.

Inoltre, la nuova legge renderà ancor più semplice la liquidazione di grandi istituti, profondamente connessi con lo stesso sistema finanziario, e prevederà la nascita all’interno Federal riserve (che avrà ora il potere di controllo sulle grandi e complesse istituzioni finanziarie) di un'agenzia per la protezione dei consumatori.

Questa agenzia, però, sarà di fatto indipendente. Novità previste anche per quanto riguarda la concessione di mutui, con l'obiettivo di prevenire gli abusi che hanno contribuito al collasso del mercato immobiliare.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il