BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Multe,punti patente e recupero,autovelox,patentino motorini:il nuovo codice della strada 2010

Le novità più importanti del nuovo codice sella strada. Cosa cambia



La commissione Trasporti della Camera ha dato il via libera al ddl sulla sicurezza stradale che modifica 80 articoli del codice della strada, testo che ora passa all'esame di Palazzo Madama per l’approvazione definitiva che dovrebbe giungere entro fine mese.

Mario Valducci, relatore e presidente della commissione Trasporti della Camera, ha spiegato: “Il testo, frutto di un lavoro comune di maggioranza e opposizione speriamo sia in grado di ridurre efficacemente i tanti morti e feriti che funestano ogni anno le strade italiane, che oltre al grande dolore di tante famiglie, rappresentano anche un costo sociale per il paese di 32-38 miliardi l'anno.

Le novità più importanti: zero alcol per neopatentati e conducenti professionali, nuovi test antidroga che saranno effettuati sulla saliva e non più sulla mucosa, giro di vite su chi produce, commercializza o trucca le minicar per farle andare oltre i 45 km/h, impossibilità di salire a bordo di un ciclomotore o di una macchinetta se la patente è revocata, obbligo di uso delle lenti sulle due ruote e delle cinture sulle minicar.

E ancora, sulle minicar diventa obbligatorio allacciare le cinture di sicurezza, sui ciclomotori, inoltre, dal 19 gennaio 2011 sarà obbligatoria una prova pratica per il conseguimento del patentino. Prevista anche una lezione teorica sul funzionamento dei ciclomotori in caso di emergenza. Approvata anche la possibilità di pagare le multe a rate per chi ha redditi bassi, fino a 10.628,16 euro, che potrà ora rateizzare le multe superiori 200 euro, e non più 150 euro.

Gli ultraottantenni potranno ottenere il rinnovo della patente solo dopo una visita medica specialistica biennale, si alza, invece, a 68 anni l’età per condurre mezzi che trasportano persone o merci come autotreni o autoarticolati con massa inferiore a 20 tonnellate.

Le altre novità sono meramente amministrative. Infatti, i proventi degli autovelox per limiti velocità saranno così suddivisi: un 50% va al comune e un 50% all'ente proprietario, dovranno essere impiegati nella regione in cui è avvenuto l'accertamento e dovranno essere usati per manutenzione, messa in sicurezza, impianti, attrezzature, segnaletica, barriere.

Per recuperare i punti perduti della patente arriva una prova di esame al termine dei corsi che consentono di riottenere 6 punti, che diventano 9 per chi ha una patente professionale.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il