Nichi Vendola si candida come premier nel Pdl: la sua strategie parte anche da Internet e dal web

Da governatore della Puglia a candidato alle prossime elezioni del 2013: la sfida di Vendola passa dal web



Nichi Vendola pronto alla sua sfida più grande: la candidatura alle prossime elezioni come esponente del Pd per la carica di presidente del Consiglio. Un progetto ambizioso, quanto mai unico, una sfida per il leader di Sinistra Ecologia e Libertà.

“Mi candido a sparigliare i giochi del centrosinistra, se il centrosinistra si presenta come una vecchia liturgia”:  Bari, mezzogiorno, Vendola chiude la tre giorni delle sue ‘fabbriche’ in un villaggio turistico sul mare trasformato in un laboratorio di politica e annuncia così la sua candidatura alle prossime primarie del 2013.

Nichi lancia per primo la sua candidatura, per spiazzare gli amici-nemici del Pd. Il governatore della Puglia, nei suoi giorni di fuoco, sotto il caldo si un sole d’estate, si scaglia contro le inadeguatezze dell’attuale centrosinistra, che definisce ‘asfittico’: “Non fa un discorso capace di interpretare la crisi del mondo, dell’Europa, dell’Italia, ha paura di esprimere fino in fondo le proprie ragioni e continua a coltivare una certa simpatia per la sconfitta”.

“Per questo, sostiene con forza, mi candido a ricostruire il cantiere dell’alternativa, se il centrosinistra si presenta senza la voglia di pronunciare parole chiare sulla voglia di cambiamento radicale. Non c’è cambiamento se non si dà una prospettiva chiara di fuoriuscita dall’ergastolo della precarietà.

Le prossime primarie, dunque, “Non sono una minaccia per il Pd, sono una minaccia per la cattiva politica, sono la riappropriazione da parte di un popolo delle scelte fondamentali”. Vendola pensa di poter vincere, mobilitando un popolo anche lontano dalla politica, come già avvenuto, e riconfermato, in Puglia: “La prima regola per vincere è che questo verbo non venga coniugato in un luogo separato rendendo quella vittoria un obiettivo insignificante fuori del palazzo.

Non è la vittoria di uno, di un partito o di uno schieramento ma la vittoria di un popolo che si alza in piedi e alza la testa”. Ricostruire, dunque, il must di Vendola. Un processo di ‘rifacimento’ che parte anche dall’innovazione. Il lavoro del team che seguirà la sua candidatura, infatti, punterà ancora una volta, come già avvenuto per le elezioni regionali, sul web e le potenzialità offerte da Internet. Per coinvolgere i giovani, per diffondere idee, iniziative e speranze.

Basta entrare in Facebook per avere una chiara idea: la pagina PUGLIAmo l'Italia Nichi Vendola candidato premier 2013 registra oltre 14mila fan, 4 mila la pagina Vendola candidato premier per il 2013, senza considerare i gruppi Un'Italia migliore si può fare, Vendola candidato premier per il 2013 e Sottoscrizione per Vendola candidato premier alle politiche del 2013 solo per citare i più numerosi. Vendola, inoltre, ha oltre 100mila iscritti al suo fanclub personale. Una sfida, dunque, le elezioni che punta sulla modernità.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il