BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Palm acquistata da Hp ma tutti la volevano. Da Google ad Apple fino a Rim

Hp acquisisce Palm. I piani



Alla fine l’ha spuntata Hp e si è aggiudicata Palm per 1,2 miliardi di dollari. L'operazione ha ricevuto l'approvazione dei consigli di amministrazione delle due aziende e dovrebbe chiudersi entro il terzo trimestre fiscale di HP, che si chiuderà il 31 luglio.

Il sistema operativo di Palm fornisce una piattaforma ideale per espandere la strategia di HP nel campo della mobilità e creare un'esperienza unica per molteplici dispositivi mobile capaci di connettersi al web. La capacita di innovazione di HP e le sue risorse, la rendono partner perfetto per un rapido sviluppo di webOS.

Si tratta di un sistema operativo sviluppato in ambito mobile, ma capace di supportare tutte le features richieste da un moderno tablet, come USB, memory card, due webcam (una per la faccia frontale e l'altra per quella posteriore) e Adobe Flash. Ma il grande produttore è stato oggetto del desiderio anche di altre aziende, interessatissime a proseguire le trattative.

Tra queste spiccano Apple, Rim, Google e Lenovo. Tra la casa della Mela e Palm, negli anni passati ci sono stati attriti che avrebbero, però, potuto essere risolti quando la casa di Cupertino si era disposta a sostenere Palm finanziariamente per permetterle di sfidare RIM nel segmento degli smartphone con tastiera fisica.

Ma l'offerta di Apple non è stata reputata congrua. Affare al vento anche per RIM (Research in Motion), che inizialmente sembrava avere l'accordo fatto. L'offerta iniziale del produttore di BlackBerry era più alta di quella di HP, che poi ha rilanciato ed è, però, riuscita a concludere l'affare.

In questa operazione non poteva mancare Google, che, tuttavia, ha desistito dopo alcuni tentativi. A concludere il quadro delle offerte per Palm, anche Lenovo, offerta ugualmente fallita.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il