BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Marketing virale:video su Youtube per un deodorante per conversare con gli utenti.Esperimento unico

La nuova strategia marketing del web. Cosa cambia nel mondo delle pubblicità



E’ una strategia marketing decisamente curiosa e innovativa, studiata per pubblicizzare un deodorante conversando con i cittadini della rete. YouTube ha visto un tripudio di video virali (tipo di marketing non convenzionale che sfrutta la capacità comunicativa di pochi soggetti interessati per trasmettere il messaggio ad un numero elevato di utenti finali), esperimento di conversazione quasi in tempo reale tra gli utenti e i produttori, all'insegna dell'umorismo e del marketing.

Il team dell'agenzia di marketing Wieden + Kennedy ha interagito con gli utenti, facendo confluire i messaggi e gli stimoli da diverse piattaforme, producendo 87 video cortissimi, della durata media 30 secondi, prodotti in 11 ore di lavoro continuato e che è proseguito anche il giorno dopo fino ad arrivare a circa 180 video in 24 ore totali, tutto costantemente facendo riferimento alle domande e alle curiosità che venivano dalla rete.

Il risultato di questa campagna innovativa è stato di 6 milioni di visualizzazioni e 22.500 commenti solo in quelle 24 ore. Il lavoro che ha stupito di più è quello del deodorante Old Spice  ha visto come testimonial ex stelle del football.

Si tratta di una produzione che punta sul fascino di Isaiah Mustafa e il genio creativo del regista di spot Tom Kuntz per realizzare un prodotto diverso dai precedenti della serie, dotato delle caratteristiche tipiche del prodotto virale. Considerando il grande successo del video, il team pensa di andare avanti e mettere insieme una squadra efficiente, tra cui figurerà, ovvimamente, Isaiah Mustafa, il regista, due esperti di social media e un tecnico autore di un software per aggregare in tempo reale tutti i commenti sull'argomento.

La novità di questo lavoro è anche la possibilità di fare domande al testimonial Old Spice e avere risposte a quanti più video fosse possibile. Alla fine viene realizzato anche un video in cui si danno risposte a tutti quelli che non hanno potuto ricevere una risposta personalizzata.
 
Autore:

Marianna Quatraro

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il