BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Cloud computing: i servizi IT più importanti non ci vanno ancora

Ancora lunga la strada verso l'adozione delle soluzioni cloud. La situazione



Il Cloud computing continua ad essere valutata sempre più una nuova buona soluzione per una migliore gestione dei sistemi aziendali e dei meccanismi informatici di gestione, ma ancora poche imprese remano in questa direzione. Quattro aziende su cinque valutano questo modello, ma il 10% per i sistemi ERP e solo il 7% per soluzioni verticali ‘core business’.

Ciò significa che i dipartimenti IT aziendali si dirigono a rilento verso il cloud computing. Questo è ciò  che emerge da una recente indagine condotta dalla multinazionale della consulenza TPI.

Chi decide di migrare verso servizi cloud lo fa a ‘piccoli passi’, forse non proprio convinto che rappresenti una novità di assoluta importanza. Dallo studio emerge che circa metà degli intervistati considera virtualizzazione desktop, servizi di storage, e applicazioni e-mail e messaging, mentre si procede con più cautela per i sistemi informativi core business.

Solo il 10% sta pensando al cloud per il sistema ERP e meno (il 7%) per applicazioni gestionali verticali, come per esempio sistemi di schedulazione della produzione per i settori industriali o sistemi di gestione delle prenotazioni per le compagnie aeree.

I motivi che intimoriscono le aziende per quanto riguarda il cloud computing emergono chiari dallo studio:  il 79% teme che la sicurezza dei dati sia inadeguata o non chiara, i il 50% teme che le soluzioni in cloud non siano allineate con tutti i vincoli di compliance, conformità e normativa, un altro il 50% teme carenze di business continuity o disaster recovery, e il 49% teme problemi di integrazione con i propri sistemi legacy.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il