BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Ripresa economica in Italia 2010-2011 con Pmi di Lombardia, Lazio, Toscana, Emilia Romagna, Abruzzo

I primi passi della ripresa economica si muovono nel Centro Italia. La situazione



La ripresa economica tanto auspicata, dopo un periodo di crisi che ha messo in ginocchio gran parte delle economie mondiali, sembra muovere i suoi primi passi. In Italia, i primi movimenti che fanno ben sperare in un futuro migliore passano soprattutto per le regioni del Centro.

Secondo le prime stime contenute nel rapporto sui Pil regionali, pubblicato da Confcommercio, infatti, Lazio, Toscana, Emilia Romagna, Abruzzo aumenteranno la ricchezza prodotta, in media, dell'1%.

Diversa la situazione al Nord, dove, stabili, le regioni sono ferme a + 0,7%, mentre sempre lenta è, invece, la crescita nelle regioni meridionali, dove il Pil, il prodotto interno lordo, é stimato in progressione dello 0,5%. Complessivamente, il Pil italiano crescerà nel 2010 dello 0,7%, dopo il calo del 5% del 2009 e dell'1,3% del 2008. Il rialzo si dovrebbe poi attestare all'1% nel 2011.

Secondo le previsioni,  i rialzi per il prossimo anno dovrebbero essere decisamente più consistenti: le regioni centrali dovrebbero segnare una crescita del Pil dell'1,2%, quelle del Nord-Ovest dell'1,1%, quelle del Nord-Est dello 0,8% e il Sud dello 0,85.

A livello regionale, gli aumenti più consistenti quest'anno dovrebbero essere registrati dal Lazio (+ 1,1%), Toscana (+ 1%) e Lombardia (+ 0,9 per cento). Crescite più contenute per Basilicata (+ 0,2%), Calabria (+ 0,3%), Sicilia, Molise e Liguria (tutte a + 0,4%).

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il