BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Regole condominio 2010: le novità. Come cambiare i millesimi

Novità nella vita di condominio: approvate le tabelle millesimali. Come funzionano



Qualcosa cambia nel mondo dei condomini e la novità arriva direttamente dalla Cassazione. Sono state, infatti, approvate le tabelle millesimali come “parametro di quantificazione dell'obbligo, determinato in base a una valutazione tecnica.

La delibera che approva le tabelle, quindi, per la Cassazione ha sancito il risultato di una operazione tecnica, ragion per cui il semplice riconoscimento che le operazioni sono state compiute in conformità al precetto legislativo non può qualificarsi attività negoziale”.

Sembravano impossibili da cambiare, perché avevano bisogno dell'unanimità e allora c'era chi si rivolgeva al giudice per segnalare interi piani sopraelevati o sottotetti diventati abitazioni che non pagavano spese millesimali ma la procedura era lunga e costosa.

Ora, invece, tutto cambia. Ad essere più felici saranno soprattutto quei condomini che per decenni hanno dovuto subire l'ingiustizia di pagare le spese anche per chi aveva ampliato o trasformato la propria unità immobiliare. Di fatto, la nuova sentenza della Cassazione cancella la teoria secondo cui l'approvazione della tabella millesimale costituirebbe un ‘negozio di accertamento del diritto di proprietà sulle parti comuni’ e ciò significa, dunque, che la tabella non incide sul valore dalla proprietà ma semplicemente sugli obblighi contributivi.

Le tabelle millesimali dovranno, dunque, essere allegate al regolamento, che può essere approvato a maggioranza. Ricordiamo, inoltre, che la normativa sulla redazione delle tabelle millesimali non prevede solo espressioni matematiche ma anche valutazioni, sia pure frutto di esperienza e di professionalità.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il