BusinessOnline - Il portale per i decision maker




Telefonare con Gmail gratis: il Voip Google è realtà

Telefonare gratis e a tariffe scontate con il nuovo servizio di Google. Come funziona


Dai servizi di posta elettronica alle telefonate gratis verso telefoni fissi e a pochissimo prezzo verso cellulari: Google cresce sempre più. Il gigante Mountain View ha, infatti, annunciato l'ampliamento dei servizi Voice e Gmail per permettere ai propri utenti di effettuare telefonate anche verso i telefoni fissi e mobili.

Al momento il servizio è disponibile solo per i clienti statunitensi, che potranno effettuare chiamate gratis nel Nordamerica e a tariffe scontate negli altri paesi del mondo, ma l’azienda è a lavoro anche per espandere il servizio negli altri Paesi già dai prossimi mesi.

Telefonare servendosi del servizio Gmail sarà semplicissimo: basterà cliccare sul tasto call phone e digitare il numero di telefono o il nome del contatto in rubrica. Dopo di che ci si servirà della finestra della chat, in basso a sinistra nella pagina della posta, dove ora ci sono l'instant messaging e le conferenze audiovisive.

Il nuovo sistema Voip di Google si pone in diretta concorrenza con Skype, proponendo, tra l’altro, prezzi piuttosto convenienti. Chiamare l'Inghilterra o la Francia, per esempio, costerà solo 2 centesimi di dollaro al minuto per quanto riguarda la linea fissa, ma anche chiamare cellulari sarà decisamente conveniente: chiamare telefonino a Parigi, per esempio, costerà solo 15 centesimi al minuto.

Dell’avvento di questo nuovo sistema si vociferava da giorni, quando arrivò l'indiscrezione dal sito Cnet, di proprietà della conglomerata Cbs, che ipotizzava una futura battaglia con Skype nel mercato delle chiamate VoIP. Google, si leggeva nella nota, starebbe testando un servizio web che consentirà di fare chiamate all'interno di Gmail.

Per telefonare si userà la finestra della chat. Ora l’indiscrezione è diventata realtà, facendo compiere al web un ulteriore passo verso un’espansione ormai senza limiti.




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il 26/08/2010 alle ore 08:25