BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Sospendere rate del mutuo: come fare con il fondo mutui. Mandare Richiesta e condizioni

Al via dal 2 settembre un nuovo fondo a sostegno dei mutuatari in difficoltà



Entrerà in vigore a partire dal prossimo 2 settembre un nuovo fondo a sostegno dei debitori in difficoltà. La novità, stanziata con la Finanziaria 2008, valida per i mutuatari, prevede venti milioni per 5.000 famiglie.

Si tratta di un nuovo fondo di solidarietà per i mutui prima casa che può essere richiesto da chi ha in corso un mutuo per l'acquisto dell'abitazione principale, per un massimo di 250 mila euro, stipulato da oltre un anno e con un Isee (Indicatore della situazione economica equivalente) non superiore a 30 mila euro.

Il Fondo rimborserà alle banche per 18 mesi un tasso di interesse pari non a quello del mutuo ma a quello del solo parametro di riferimento: se un prestito variabile è ad esempio indicizzato all'euribor 1 mese più una maggiorazione (spread) dell'1,3%, il Tesoro pagherà l'equivalente dell'Euribor, ma non lo spread. Da precisare: le rate vengono sospese, non cancellate.

Sospendere per 18 mesi significa che la scadenza del mutuo slitta di 18 mesi. A beneficiare prima di tutti di questo fondo saranno coloro che hanno perso il posto di lavoro e sono rimasti disoccupati per almeno tre mesi, esclusi i cassintegrati; coloro che hanno subito un decesso in famiglia o l'invalidità permanente di uno dei componenti, purché questi apportasse almeno il 30% delle entrate familiari; ed è dedicato a coloro in grado di documentare spese di ristrutturazione dell'immobile o di assistenza medica o infermieristica per almeno 5.000 euro all'anno.

Una novità, non ancora confermata, però, è che possono chiedere la moratoria i debitori a tasso variabile che hanno registrato nel tempo un aumento del 20% della rata mensile rispetto a quella precedente. Per presentare domanda bisognerà compilare la documentazione necessaria e la domanda sarà poi pubblicata su http://www.dt.tesoro.it/it/doc_hp/fondomutuipc.html. Fino a ieri per la verità sul sito c'era solo il link al regolamento.

. L'offerta di mutui sia a tasso fisso che variabile a Aprile 2016 si fa molto interessante. Grazie alla discesa mese su mese dei prezzi degli immobili nelle grandi città, ma soprattutto nei piccoli centri, e grazie ai tassi praticamente prossimi allo zero oggi accendere un mutuo è estremamente conveniente. In questa analisi abbiamo analizzato le migliori offerte proposte dai principali istituti.

Fisso o variabile? Questo è l'eterno dilemma... In breve in questa particolare fase storica chi ha la possibilità di aprire un mutuo da estinguere in 10 anni quasi sicuramente la scelta del tasso variabile può essere quella più azzeccata, infatti attualmente i tassi sono molto bassi e le prospettive per i prossimi anni non fanno intravedere una loro risalita e poi grazie alla portabilità è sempre possibile, qualora i tassi aumentino, ricontrattare il mutuo con la stessa banca o con un altro istituto al fine di ottenere una proposto di nuovo vantaggiosa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il