BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Scaglioni aliquote irpef 2010 e tasse

Le 5 aliquote Irpef per i contribuenti. Quali sono e come funzionano



L’imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef) prevede una tassazione a scaglioni e non dipende dall’attività lavorativa svolta. Attualmente le aliquote Irpef sono cinque, applicabili sia al reddito da lavoro dipendente, sia al reddito, ad esempio, dei liberi professionisti.

Scattano poi gli sconti fiscali, sempre ai fini Irpef, dei quali in accordo con la normativa vigente può avvalersi a seconda dei casi il contribuente a patto di possedere e conservare scontrini, certificazioni e fatture.

Le aliquote Irpef 2010 sono cinque che dipendono dal diverso reddito: per la prima aliquota, da 0 a 15 mila euro, la tassazione applicata ai fini Irpef è al 23%; sulla parte eccedente i 15 mila euro, e fino a 28 mila euro, si entra nella seconda aliquota Irpef che è al 27%; da 28 mila euro e fino a 55 mila euro si paga un’aliquota al 38% che sale al 41% per il reddito eccedente da 55 mila e fino a 75 mila euro.

La quinta aliquota Irpef, ‘utopia’ per milioni di italiani  è quella che prevede una tassazione al 43% sulla quota di reddito eccedente i 75 mila euro. Il ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, qualche settimana fa è, però, intervenuto in materia, dicendo di voler apportare qualche cambiamento a queste aliquote fissate, per dar vita ad un sistema fiscale meno complesso. La parola d’ordine dunque è semplificazione.

E in questa logica sono state lette le indicazioni di Tremonti che ha delineato per il futuro una possibilità di scelta lasciata al contribuente: mantenere l’attuale sistema con le sue aliquote e le sue agevolazioni o optare per un regime con aliquote più basse e base imponibile semplificata, cioè con una griglia di sconti e regimi di favore drasticamente ridotta. Ma è decisamente ancora presto per capire se e come questa impostazione si tradurrà in fatto concreto.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il