BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Wind venduta ai russi di VimpelCom e Fastweb svizzera fuori dalla Borsa?

Aria di cnovità in casa Wind e Fastweb. Cosa cambia



L'italiana Wind e il 51% dell'egiziana Orascom stanno per essere vendute ai russi di VimpelCom. Manca la conferma ma i dettagli della trattativa sono ormai noti. Il costo dell’operazione era stato stimato in 6,5 miliardi di dollari.

Nei giorni scorsi, intanto, le indiscrezioni su un possibile matrimonio da 25 miliardi di dollari tra i due gruppi si sono intensificati e lo stesso Sawiris, magnate egiziano delle telecomunicazioni e presidente della holding Weather Investments, ha confermato in un’intervista a un quotidiano canadese che trattative sarebbero in corso con VimpelCom e anche con altri gruppi per valutare eventuali progetti di fusione.

Nel frattempo, Swisscom, prinicipale azionista di Fastweb, starebbe pensando di acquisire la totalità delle azioni in circolazione in Borsa a Milano e ritirare il titolo dalla quotazione.

Quando lo scorso marzo scoppiò il caso Telecom Italia-Sparkle in cui venne coinvolta anche Fastweb, Swisscom aveva risposto con decisione che non pensava a salire ulteriormente dall'82% di controllo. Ma le cose sembrano ora andare diversamente. Ritirare Fastweb dal listino per Swisscom potrebbe significare un investimento importante per la poca liquidità finanziaria disponibile ma una strategia che potrebbe significare nessun controllo obbligatorio verso altri azionisti.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il