BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Google e iPad: democrazia a rischio per Tremonti?

La democrazia a rischio secondo il ministro dell'Economia. I motivi



L’avvento delle nuove tecnologie un rischio per la democrazia delle società? Il ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, guarda alla nuovissima tavoletta ‘magica’ firmata Apple e teme. Il motivo?

La fruizione di notizie, capaci di oltrepassare le barriere spazio-temporali grazie al web, metterebbero a rischio l’opinione pubblica comune, guidando verso opinioni condivise. Magari sbagliate, magari, o magari se soggette a regole mondiali, potrebbero divenire, al contrario, spinta alla democrazia e all’economia. Il ministro Tremonti punta il dito contro Google, contenitore di notizie che potrebbero minare la democrazia e l’iPad che sembra essere diventato maggiore esponente di questo infinito mondo di notizie sarebbe diventato nell’immaginario collettivo, sempre secondo il ministro dell’Economia, una sorta di ‘pomo d’adamo’ su cui discutere.

Probabilmente senza le nuove tecnologie e il modo innovativo di oggi di fruire delle ultime news, anche il tanto discusso problema delle intercettazioni non sarebbe diventato oggetto di tanto dibattito per i nuovi media. “Le grandi crisi, i grandi cambiamenti dei tempi passati sono stati causati dall’apertura degli spazi. Ora però alla complessità dell’apertura dello spazio geografico, la globalizzazione, si aggiunge un’altra grande complessità: l’apertura dello spazio virtuale.

Ci sono enormi problemi di democrazia e la discussione sulle intercettazioni poteva essere un grande confronto sulla democrazia, non essere ridotto a dialettica politica su un singolo caso”. E sull’iPad: “Se guardate l’iPad  c’è dentro più tecnologia di quella accumulata in diversi secoli, dalla candela alla lampadina”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il