iPad e iPhone sono dei virus mutanti a cui trovare una soluzione secondo co-fondatore Acer

La casa di Cupertino è un virus da debellare, Android potrebbe essere la chiave: così il cofondatore di Acer



"La casa di Cupertino è un virus da debellare, Android potrebbe essere la chiave. iPad e iPhone sono dei virus mutanti, per i quali è difficile trovare una cura nel breve periodo”. Il cofondatore Acer, Stan Shih, non usa giri di parole per commentare il grande successo della casa della Mela e sostiene poi che i diversi produttori di PC sapranno “isolare il virus Apple e diventarne immuni”.

Parole certamente forti quelle spese da Shih, di scontro, di sfida, ma anche di amissione. Dice, infatti, che Apple merita rispetto “perché persegue una strategia completamente differente da quella dei produttori di Pc, tablet e smartphone). La chiave della ‘guerra aperta’ al virus Apple potrebbe essere Android.

D’altro canto, sempre secondo Sihi, le aziende del settore PC dovrebbero imparare dalla casa di Cupertino per quanto riguarda integrazione tra hardware e software.

"Tutte le applicazioni Apple sono basate sulla cultura dell'innovazione, mentre l'industria di Taiwan si è focalizzata troppo sull'hardware e per questo non è capace di entrare nel cuore dei consumatori", ha sentenziato il boss di Acer che ha poi detto che le aziende taiwanesi dovrebbero adottare la cultura Apple e puntare alla Cina, dove c'è un ampio bacino di consumatori.

Solo perseguendo, dunque, una strategia di crescita e sviluppo ampliando i propri raggi d’azione si potrebbe ‘sconfiggere’ il virus della innovazione firmata Apple.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il