Economia in Italia 2010: statistiche lavoro, settori aziendali e competitivitÓ

Scarseggia la competitivitÓ in Italia. La situazione



Svizzera, Svezia, Singapore e dagli Stati Uniti: sono questi i Paesi che primeggiano nella classifica mondiale della competitivitÓ stilata come ogni anno dal Global Competitiveness Report 2009-2010 pubblicata a Ginevra dal World Economic Forum (Wef). In questa classifica lĺItalia si piazza al 48esimo posto. Il motivo?

La competitivitÓ globale del paese continua ad essere gravata da alcune debolezze strutturali della sua economia, afferma il Wef. Come negli anni scorsi, l'Italia ha conquistato buoni voti in alcuni settori complessi come la sofisticazione del suo ambiente di business (23esimo posto), per la produzione di beni che si collocano in alto della catena di valore, per i forti distretti industriali (cluster business), che la piazzano sul tetto del mondo.

Ma il mercato del lavoro del BelPaese Ŕ ancora troppo rigido, soprattutto per i lavoratori pi¨ anziani: risulta 118esima (su 139) per l'efficienza del suo mercato del lavoro e questo ostacola la creazione di nuovi posti di lavoro quando la congiuntura Ŕ positiva.

Nella classifica, l'Italia Ŕ immediatamente preceduta dalla Lituania (salita dal 53/esimo al 47 posto), Portogallo (46), Slovenia (45), Indonesia (44), Barbados (43) e Spagna (42), ed Ŕ seguita da Montenegro (49), Malta (50) e India (51).

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il