BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Internet in fibra ottica: piano del Governo cancellato.

Bloccati i fondi destinata alla banda larga. La situazione



Erano 800 i milioni destinati alla banda larga, ora ne sono rimasti solo 100, rappresentati da finanziamenti statali e fondi delle Regioni, per la gestione dei quali il governo vuole coinvolgere le Regioni stesse.

I 20 presidenti che dovranno dividersi quello che resta di una somma mai arrivata a destinazione sono già stati contattati dal Ministero per lo Sviluppo Economico. Di questi soldi, però, non potranno usufruirne come desiderano: i fondi serviranno a cablare in fibra 73 zone industriali considerate importanti e non ancora raggiunte dalla banda larga, ma di queste, 59 saranno scelte da Confindustria e le altre dal Ministero stesso.

Questo nuovo progetto di lavoro fa, dunque, tramontare le speranze di chi credeva che 800 milioni sarebbero stati investiti per porre fine al digital divide, proprio mentre dall'Unione Europea arrivano le raccomandazioni per lo sviluppo di una rete di nuova generazione che copra l'intero Paese ed è considerata ormai indispensabile per sostenere la crescita. La polemica sui fondi svaniti è, comunque, viva.

La notizia è che questi finanziamenti sono stati bloccati, apparentemente, dal CIPE (Il Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica), c’è chi comunica che sono stati forse sospesi in attesa di una ripresa economica, ma per alcuni mai realmente esistiti, ma solo calcolati virtualmente. La cosa certa è che questo blocco significherà l’ennesimo arresto da parte dell’Italia in un processo di crescita tecnologica e della comunicazione che avrebbe dovuto porci quanto meno al pari di altri Paesi più sviluppati.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il