Prestiti senza busta paga: garanzie e condizioni richieste

Come fare ad ottenere un prestito senza garanzie di entrate fisse. Le condizioni



Come fare ad ottenere un prestito in caso di necessità se non si ha un’entrata certa, come una busta paga o un cud, per i lavoratori autonomi. Se, infatti, si lavora in nero, sarà sempre difficile trovare un istituto disposto a finanziarci.

Ma in casi particolari, le banche sono anche disposte a concedere un prestito senza busta paga a coloro che però sono in grado, pur non avendo entrate fisse, di offrire altre garanzie.

Per ottenere un prestito senza busta paga bisogna essere proprietari di un immobile: alcuni istituti di credito concedono un prestito senza busta paga in cambio di una garanzia (ipoteca) su un immobile di proprietà, per cui ipotecando l’immobile la banca concederà un determinato importo per liquidità.

Altra condizione per ottenere un prestito senza busta paga è quella di riscuotere un canone di affitto su un immobile di proprietà: alcuni istituti di credito potrebbero prendere in considerazione l’affitto percepito come entrata.

La terza ipotesi applicata in casi particolari da alcune banche è la possibilità di concedere dei prestiti senza busta paga nel caso in cui il richiedente sia un correntista presso quella banca da anni e, seppur in assenza di una garanzia reddituale, abbia fatto costantemente versamenti.

Altra soluzione per ottenere un prestito senza dare alcuna garanzia all’istituto cui si chiede è un terzo soggetto garante, una persona cioè che con una busta paga o entrate fisse possa essere garante. In caso d’insolvenza, però, il terzo soggetto verrà subito richiamato a rispondere al posto del richiedente.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il