BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Immigrati comunitari non in regola: sanzioni, multe e anche espulsioni. Nuove regole da Maroni

Nuove sanzioni nei confronti degli immigrati non in regola. Il nuovo piano delministro Maroni



Nuove sanzioni nei confronti degli immigrati non in regola. Il ministro degli Interni, Roberto Maroni, sembra ben fermo su questo punto e deciso a dar vita a nuove regole affinché si possa garantire una convivenza civile in Italia fra italiani e stranieri.

Sull’onda di polemiche e critiche su quanto sta accadendo in Francia e sulla decisione del presidente Sarkozy di rimandare tutti i rom a casa, anche l’Italia si gira a guardare, appoggiando la decisione del presidente francese e garantendo al più presto cambiamenti per gli immigrati.

Sulla polemica dei rom, Maroni ci ha tenuto a spiegare: “L'emergenza campi nomadi noi l'abbiamo affrontata a partire dall'agosto 2008 e l'abbiamo praticamente risolta: sono in corso di attuazione i piani che prevedono di chiudere i campi nomadi abusivi e di sostituirli con i campi attrezzati, che sono anche controllabili dalle forze dell'ordine. Nessuna espulsione di massa, solo applicazione della legge per cui chi non ha diritto a restare deve essere riportato a casa sua. Che poi è quello che stanno facendo i francesi”.

Più volte, infatti, il ministro ha ribadito che saranno espulsi solo coloro che dimostreranno di non essere in regola con documenti e lavoro e per cui non c’è ragione restino nel nostro Paese.

E poi fa un esempio: “se noi fermiamo un cittadino romeno, francese o inglese che vive da 6 mesi senza reddito non possiamo far altro che invitarlo a tornare a casa. E ovviamente lui non ci va. Questa è una lacuna che vogliamo colmare nel pieno rispetto delle norme europee”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il