BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Eolico uguale tangenti. Meglio nucleare. Le dichiarazioni di Tremonti

Tremonti sul nuclerare e l'economia italiana



Eolico o nucleare? Il dibattito, ormai, sulle fonti di energia rinnovabile e sugli eventuali vantaggi che il nucleare potrebbe portare, è più attuale che mai. Per questo il ministro dell’Economia, Giulia Tremonti, ha affrontato questi temi in occasione del convegno del Pdl tenutosi in Veneto.

“L'Italia è più penalizzata di altri Paesi europei perchè ha il peso maggiore del costo dell'energia: noi importiamo energia, mentre tutti gli altri Paesi europei stanno investendo sul nucleare, noi facciamo come quelli che si nutrono mangiando caviale, e non e' possibile. Non dobbiamo credere a quelli che raccontano le balle dei mulini a vento, le balle dell'eolico. Vi siete mai chiesti perchè in Italia non ci sono i mulini a vento?

Quello dell'eolico è poi un business ideato da organizzazioni corrotte che vogliono speculare e di cui noi certo non abbiamo la quota di maggioranza”. E continua: “Possiamo dire che il Pil italiano è sottostimato ma non basta, che la nostra è una economia del lusso e se il mondo riparte cresciamo ma non basta, dobbiamo essere più ambiziosi”.

Ed esorta: “Occorre anche essere molto realistici e seri nel fare il catalogo dei punti di criticità dell'Italia. Tra questi, al primo posto il nucleare. Noi non abbiamo il nucleare, le altre economie con cui competiamo lo hanno. Se avessimo il nucleare, avremmo un pil diverso, sarebbe più facile crescere come gli altri paesi”.
Autore:

Marianna Quatraro

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il