BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Mutui a rata costante: offerte a confronto

Le migliori offerte di mutui a rate costante. Quale scegliere



Dopo mesi di stallo dovuto alla crisi economica che ha colpito i mercati mondiali, torna a decollare il settore immobiliare e le agenzie tornano ad accogliere famiglie e giovani coppie pronte a fare il grande passo del mutuo per l'acquisto della prima casa.

Per soddisfare le esigenze e le richieste di tutti, le banche e le concessionarie offrono diverse soluzioni, per cui il cliente ha la possibilità di finanziare il proprio acquisto scegliendo l'importo, che sarà compreso tra un minimo e un massimo, stabiliti dalla banca, e scegliendo la durata del finanziamento, che sarà compresa tra un numero minimo di anni ed un numero massimo.

Per orientarsi nell’ormai infinito mondo delle possibilità offerte da un mutuo, il sito di comparazione Supermoney ha definito un profilo tipo di un richiedente che desidera acquistare una casa del valore di 190 mila euro con mutuo pari a 100 mila euro, a tasso variabile con rata costante, per una durata pari a 25 anni.

Tra le opzioni più convenienti considerate, in prima fila troviamo la proposta Salva Rata di Unicredit Family Financing, che offre i vantaggi del tasso variabile e permette di attivare automaticamente il blocco della rata, ogni qualvolta durante la vita del mutuo, per effetto della variazione dei tassi, viene superata la rata protetta, cioè quella definita al momento della stipula del contratto.

Per quanto riguarda la rata che il cliente dovrà corrispondere mensilmente, questa è pari a 432 euro. La seconda proposta è Mutuo a rata fissa e a Tasso Variabile della Banca popolare di Bari: pensato per i privati perché permette di usufruire delle agevolazioni legate al tasso variabile ma di avere una rata costante nel tempo, non prevede nessuna spesa di stipula del mutuo né di gestione del rapporto. La rata mensile è di 467 euro.

La terza proposta, infine, è quella di Mutuo Facile della Banca Popolare di Vicenza, che offre la massima stabilità nel tempo, indica, fin dalla stipula del contratto, gli importi delle singole rate a scadere e l'ammontare complessivo del debito (capitale e interessi) da restituire, e lo spread applicato al tasso del mutuo è determinato in funzione della durata del finanziamento e dai requisiti creditizi del mutuatario. Questa opzione prevede una rata mensile pari a 471 euro.

I dati sono stati elaborati dal sito http://www.supermoney.eu che vi invitiamo a visitare

. L'offerta di mutui sia a tasso fisso che variabile a Aprile 2016 si fa molto interessante. Grazie alla discesa mese su mese dei prezzi degli immobili nelle grandi città, ma soprattutto nei piccoli centri, e grazie ai tassi praticamente prossimi allo zero oggi accendere un mutuo è estremamente conveniente. In questa analisi abbiamo analizzato le migliori offerte proposte dai principali istituti.

Fisso o variabile? Questo è l'eterno dilemma... In breve in questa particolare fase storica chi ha la possibilità di aprire un mutuo da estinguere in 10 anni quasi sicuramente la scelta del tasso variabile può essere quella più azzeccata, infatti attualmente i tassi sono molto bassi e le prospettive per i prossimi anni non fanno intravedere una loro risalita e poi grazie alla portabilità è sempre possibile, qualora i tassi aumentino, ricontrattare il mutuo con la stessa banca o con un altro istituto al fine di ottenere una proposto di nuovo vantaggiosa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il