BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Ict e sistema informatico Borsa italiana trasferito in Sri Lanka?

La Borsa di Milano: da Piazza Affari allo Sri Lanka. Cosa sta cambiando



I sindacati dei lavoratori del settore informatico della Borsa di Milano si sentono in pericolo e iniziano a temere che il primo concreto effetto dell'acquisizione del sistema Millennium It, costato circa 18 milioni di euro, da una società dello Sri Lanka, avrà come conseguenza la perdita di peso della sede milanese della Borsa e, soprattutto, comporterà il licenziamento di 80 informatici.

Valutando attentamente il cambiamento di situazione, l’ipotesi che l'acquisizione di un nuovo sistema informativo per le transazioni induca i manager londinesi a cercare nuove economie più vicino al produttore software di Colombo, in Sri Lanka, e alcune funzioni, è piuttosto probabile secondo i criteri di ottimizzazione di una multinazionale.

Così, come spesso accade in Italia anche in altri settori, la competenza informatica che anni fa aveva portato Borsa Italiana all'avanguardia tra le borse internazionali, si dirige ora verso la scomparsa, lasciando la strada libera a chi di nuove competenze inizia a farne fruttare.

Ricordiamo che lo Sri Lanka è già sede della società che ha realizzato Millenium It, la nuova piattaforma informatica recentemente acquistata dal gruppo London stock exchange (Lse) su cui sono state trasferite le operazioni di trading e post trading, ed ora proprio in Sri Lanka potrebbero essere trasferiti alcuni segmenti del settore Information techno logy, che sono però ancora da precisare.

Per il momento non è ancora stato convocato alcun tavolo, ma i sindacati sono comunque in allerta: il processo di delocalizzazione potrebbe avere ripercussioni su circa 80 persone operative a Milano. Da Piazza Affari, tuttavia, i vertici di Borsa italiana fanno sapere che dal punto di vista stategico le componenti dell'Information technology sono centrali e ribadiscono che Milano continuerà ad essere una sede importante del gruppo.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il